Come fare se ho sbagliato a scegliere la scuola superiore?

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
Come fare se ho sbagliato a scegliere la scuola superiore?

La scelta della scuola superiore è molto importante e alle volte, purtroppo, capita di sbagliare. Materie troppo difficili, la paura di prendere un brutto voto o addirittura di essere bocciati. Si tratta di una paura comune a tanti studenti. Può capitare che, una volta trasmessa la domanda di iscrizione ad una scuola che a sua volta l’ha accettata, lo studente cambi idea e voglia iscriversi ad un altro istituto.
Questa operazione è possibile ed è illustrata in uno specifico paragrafo della circolare del 13 novembre sulle iscrizioni dedicato al trasferimento di iscrizione.



Ho sbagliato a scegliere la scuola superiore: come fare?


  • Cambiare scuola dopo l'iscrizione
  • Le scuole devono consentire alle famiglie e agli studenti di scegliere liberamente il corso di studi ritenuto più confacente alle attitudini e alle aspirazioni dell'alunno. Quindi, qualora gli interessati chiedano, a iscrizione avvenuta alla prima classe e prima dell’inizio oppure nei primi mesi dell’anno scolastico, di optare per altro indirizzo o altra istituzione scolastica o formativa, la relativa motivata richiesta deve essere presentata sia al dirigente scolastico della scuola di iscrizione sia a quello della scuola di destinazione. In caso di accoglimento della domanda di iscrizione da parte del dirigente della scuola di destinazione, il dirigente della scuola di prima iscrizione è tenuto a inviare il nulla osta all'interessato e alla scuola di destinazione entro 30 giorni dalla richiesta. Ovviamente, il trasferimento di iscrizione non deve comportare l’attivazione di nuove classi con maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato. Infatti non si tratta di una pratica automatica. Il trasferimento può essere anche respinto se ciò comporta modifiche alle classi.

  • Cambiare scuola durante il primo anno
  • Cosa succede, invece, se ci si accorge dei aver sbagliato scuola al primo anno? Bisogna sceglierne una diversa e comunicarlo al proprio istituto, prima di tutto. Successivamente si dovrà presentare una domanda di trasferimento al dirigente scolastico della scuola dove sei iscritto. Bisogna ricordarsi che la richiesta andrà motivata, qualunque sia la ragione che spinge a voler cambiare scuola. Si ottiene così il nulla osta, che è una dichiarazione in cui il preside dell’attuale scuola certifica che non vi sono impedimenti per il trasferimento ad un altro istituto. Se si capisce l'errore prima della fine del primo quadrimestre è sufficiente che l'alunno sostenga un colloquio conoscitivo con il Consiglio d'Istituto della nuova scuola per poi attuare il passaggio.

  • Cambiare scuola al secondo o terzo anno
  • Diverso è il discorso per chi si accorge di aver sbagliato la scelta delle superiori più tardi, magari in secondo o terzo superiore. In questo caso, oltre alla pratica già descritta, lo studente dovrà sostenere un colloquio con una commissione scelta dal Consiglio d'Istituto. Colloquio che non è più conoscitivo, ma di verifica delle competenze (matematica o filosofia ad esempio).
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata!

    Vuoi conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai.

    27 gennaio 2020 ore 15:30

    Segui la diretta