Sottolineare con matita o evidenziatore? Il migliore metodo di studio

Susanna Galli
Di Susanna Galli
Sottolineare con matita o evidenziatore? Il migliore metodo di studio
Quante volte comprando un libro usato vi siete ritrovati pagine e pagine sottolineate da dover cancellare? Ognuno ha il suo metodo di studio certo, ma sottolineare tutto il libro non è mai stata una grande idea. Questa tecnica infatti, serve ad aiutarci a ricordare i passaggi importanti del discorso e le parole chiave per essere in grado di risalire all’argomento principale.
Sappiate però, che anche lo strumento che si usa per evidenziare è importante. Per questo motivo, vediamo qual è il migliore metodo di studio da adottare per il ripasso e la sottolineatura.

Guarda anche:


Cosa usare per sottolineare: evidenziatore o matita?


Sottolineare, essendo un metodo di studio, è un’abitudine molto personale. Ognuno si trova bene in diversi modi, e non c’è una ricerca scientifica che attesti la tecnica migliore per sottolineare, né tantomeno che strumento utilizzare. Matita e evidenziatore hanno infatti entrambi pro e contro. La matita per esempio la predilige chi di solito non vuole “sporcare” troppo i libri anche se a volte il tratto è leggero e tende a confondersi con il testo. L’evidenziatore al contrario fa risaltare molto di più i concetti, ma spesso rovina la carta del libro. C’è anche chi preferisce non sottolineare affatto e lasciare i libri così come sono, preferendo evidenziare magari i propri appunti o mappe concettuali. Un compromesso potrebbe essere quello di utilizzare entrambi! Vediamo come fare.



Come sottolineare con la matita e l’evidenziatore


Dopo una rilettura approfondita del paragrafo o del capitolo, sottolineate con la matita le frasi che ritenete più importanti (fate in modo di non dimenticare nessun passaggio). Questa parte serve a fissare i concetti generali dell’argomento, non preoccupatevi quindi di ricordarvi numeri o nomi. A questo punto scegliete qualche colore di evidenziatore e assegnategli un significato (ad esempio, verde per le date, rosa per i nomi, giallo per le parole chiave). Con questo passaggio fisserete in modo veloce e immediato i dati più specifici. Per rendere più facile la memorizzazione, create una specie di leggenda con i colori che avete scelto abbinati alla loro funzione. Ora siete pronti per una rilettura focalizzata sulle parti sottolineate. Lo scopo dovrebbe essere quello di ricordare il discorso solo con un’occhiata veloce delle parti che avete evidenziato.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

2 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta