Dieta e palestra, tutti belli finché magri

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Dieta e palestra, tutti belli finché magri

Uno su 4 confessa una costante paura di ingrassare, il 20% si sottopone a lunghe sedute di palestra per bruciare i grassi, 1 su 10 controlla costantemente le calorie che assume. La mania per la magrezza non è forse mai passata, nonostante i modelli televisivi stiano passando di moda per far largo alle star e alle tendenze del web. Neanche il mondo dei selfie, dei bloggers e dei tubers è immune dal mito del magro è bello e questo sembra pesare molto sugli adolescenti. Soprattutto sulle ragazze. Sono infatti molto diverse le percentuali tra lui e lei dello studio di Telefono Azzurro e DoxaKids che analizza i giovani davanti allo specchio.

Con ironia questa hit del momento invita a piacersi così come si è. Guarda il video!

PIU’ MAGRE, PIU’ MUSCOLOSI – Come veline e calciatori, oppure, come fashion blogger e influencer. Anche la generazione del web, che ha spento la tv per accendere il pc, non si piace guardandosi allo specchio. Il problema riguarda soprattutto le ragazze. Una su 2, si legge nel rapporto, non si piace per nulla. In molti vorrebbero cambiare qualcosa di sé. Solo il 18% dei ragazzi e il 13% si vanno bene così come sono. Le femmine vorrebbero essere più magre (43%) e più belle (35%), mentre i maschi più muscolosi (42%) e ricchi (33%). Subito dopo, i ragazzi scelgono l’intelligenza come qualità che vorrebbero avere in misura superiore. Per le femmine, vengono prima l’altezza e la ricchezza.

LO STRESS DI MANGIARE – Un piatto di spaghetti al sugo può fare davvero molta paura. Lo sostiene ben un ragazzo su 4, che confessa una costante paura di ingrassare. Il dato è il risultato di una media tra maschi e femmine. Queste ultime sono decisamente più stressate nel momento di mettersi a tavola rispetto ai ragazzi, ben il 39% contro il 13% circa dei maschi. E quando ci si concede qualche libertà in più, maschi e femmine compensano il peccato di gola sottoponendosi a intense sedute di palestra. Lo sostiene 1 intervistato su 5. Ma questo film dell’orrore che ha come protagoniste le calorie non finisce qui, perché il 10%, prima di mettersi un boccone in bocca, confessa di contare sulla confezione il contenuto calorico.

ESSERE E’ APPARIRE – I social network vengono considerati una vera e propria vetrina. La maggioranza dei ragazzi confessa di stare sui social soprattutto per condividere foto e post, ben il 70%. Prima, però, il selfie va ritoccato: lo fa circa la metà degli intervistati. Instagram, il social delle immagini, ospita migliaia di foto di ragazze che mostrano parti del proprio corpo, mettendo in risalto pance piatte, capelli vaporosi, forme scolpite. L’ultima mania virale, risalente all’estate 2014, è stata quella del Bikini Bridge. Le ragazze al mare hanno cominciato a postare foto in costume che mostrasse l’anca ossuta e sporgente, guadagnandosi amici e like. E chi l’anca ossuta non ce l’ha, ma la vorrebbe, ha dalla sua parte la realtà virtuale, dove tutti possono essere chi vogliono. Infatti il 55% degli adolescenti conosce qualcuno che ha un profilo fake.

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta