Liceo scientifico: come evitare il debito in matematica ogni anno scolastico

Casio
In collaborazione con Casio

Dalla teoria alla pratica. Abbiamo già visto come la calcolatrice grafica sia uno strumento didattico destinato a stravolgere la tradizionale impostazione con cui è stata insegnata la matematica sino ad oggi. Utile per tutti gli studenti, quasi fondamentale per quelli dello scientifico. Addirittura, una recente ricerca di Skuola.net ha dimostrato che durante l’ultima maturità – la prima in cui era ammessa la calcolatrice grafica – chi l’ha portata ha ottenuto un notevole aiuto al secondo scritto. Finora, però, ci siamo limitati a elencare i vantaggi ‘teorici’ che produce: velocità di calcolo, facilità di ragionamento, ottimizzazione dei tempi di svolgimento delle operazioni, approccio più concreto alla matematica. Ora, invece, ci addentriamo nella ‘pratica’: conoscere le funzioni della calcolatrice grafica, infatti, può aiutare gli studenti di ogni anno del liceo scientifico. Come? Scoprilo con noi!

Calcolatrice grafica, i comandi più utili per studiare la matematica

Quali sono le funzioni che possono far svoltare i ragazzi quando si trovano a dover affrontare anche gli argomenti più ostici? Grazie al supporto del professor Andrea Palazzese, docente di matematica, abbiamo tentato di schematizzare il programma dell’intero liceo scientifico. Dividendo i cinque anni delle superiori in quattro capitoli, corrispondenti alle grandi macro-aree che gli studenti si trovano a dover affrontare. Temi spesso ostici per la maggior parte di loro ma che, oggi, potrebbero esserlo un po’ meno. Ecco quali sono, dunque, le cose principali che con la calcolatrice grafica risulteranno più semplici e comprensibili.

Scorri per vedere il menù principale con i sotto menù più usati in evidenza:


Equazioni e sistemi di equazioni

Partiamo dall’inizio, dalle basi della matematica di livello avanzato: le equazioni e i sistemi di equazioni. Sbagliare un passaggio fa saltare l’intero procedimento. Una grande perdita di tempo che, ora, può essere evitata sin dall’inizio. Nel Menù principale delle calcolatrici grafiche, infatti, è presente il sotto menù ‘Equation’: premendo un solo tasto – F1 - abbiamo la possibilità di risolvere sistemi di equazioni da due a sei incognite. E con un altro comando – F2 - possiamo invece risolvere equazioni polinomiali dal secondo al sesto grado. Il tutto in pochi secondi.

Scorri per vedere le schermate riferite ai sistemi di equazioni e alle equazioni


Trigonometria

Per quest’area sono molto utili due funzioni su tutte: si chiamano Graph e Dyna Graph. Con entrambe, lo studente potrà costruire delle rappresentazioni (con le eventuali trasformazioni) dei grafici ricavati attraverso i calcoli. In più, si può sfruttare il comando Run-Matrix, per calcolare una grande quantità di espressioni, dalle più semplici alle più complesse.

Scorri per vedere le schermate sulla funzione seno e sue trasformazioni


Geometria analitica

Anche in questo caso, proprio per il carattere ‘visual’ dell’argomento, i tasti Graph e Dyna Graph sono il crocevia fondamentale di ogni esercizio. Con Graph possiamo costruire fino a 20 grafici diversi e, successivamente, con G-Solv possiamo individuare le intersezioni tra le funzioni, le intercette con gli assi, le aree al di sotto delle funzioni con gli integrali definiti. In alternativa, con il comando Sketch, possiamo trovare funzioni inverse, le tangenti alle funzioni stesse e fare anche disequazioni grafiche. Con Dyna Graph, invece, possiamo analizzare singole funzioni e vedere come cambiano al variare di singoli parametri. Mentre col correlato Conic Graph rappresentiamo parabole, circonferenze, ellissi ed iperboli.

Scorri per vedere le schermate relative alla rappresentazione di funzioni, ricerca delle radici nella parabola


Analisi matematica

Concludiamo con la somma di tutti gli argomenti. Con l’argomento che, poi, sarà protagonista all’esame di maturità e che dovrà accertare la conoscenza della matematica: l’analisi. Tanti tipi di operazioni e passaggi diversi, In questo caso la calcolatrice grafica viene spremuta a fondo. Ma, per quel che riguarda le scuole superiori, sono soprattutto due le funzioni da sapere maneggiare alla perfezione. Già le abbiamo presentate: sono Run-Matrix e Graph. Con la prima possiamo calcolare, ad esempio, derivate prime e seconde (in punti specifici) ed integrali definiti. Con la seconda, invece, si riescono a costruire tutte le rappresentazioni tipiche della geometria analitica.

Scorri per vedere le schermate di calcolo di un logaritmo, una derivata e un' integrale nel menù Run-Matrix

Consigliato per te
Colloqui genitori - professori: 5 regole per sopravvivere