Tornelli a scuola e ingresso con badge: studenti e prof in rivolta

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino

tornelli scuola

Istituto blindato con i tornelli, ma gli studenti e i professori non gradiscono. Succede a Pordenone, presso l'istituto Kennedy. Nei prossimi giorni l'ingresso verrà abbattuto per fare spazio ai tornelli voluti dall'amministrazione scolastica per preservare la sicurezza di chi lavora e studia a scuola. Un'altra vicenda che riguarda il mondo dell'Istruzione dopo quella della scorsa settimana a Bologna: lì la protesta anti tornelli alla biblioteca di via Zamboni è finita con lo sgombero da parte della polizia e momenti di alta tensione.

Le proteste

Entro fine mese all'istituto Kennedy si potrà entrare solo esibendo un tesserino. Ci saranno 14 tornelli per i 1600 studenti della scuola. Il sistema registrerà l'ingresso e annoterà tutto su un registro elettronico. Pertanto non ci sarà più l'appello in classe. Per i docenti, invece, è previsto un varco apposito, non automatizzato, scongiurando l'applicazione del timbro del cartellino. Tutto sarà monitorato da una rete di telecamere.
Non mancano le polemiche. Dura presa di posizione della Flc Cgil: "I costi sostenuti dalla scuola fanno rabbrividire. 125mila euro sono uno sproposito, per non aggiungere nulla in termini di sicurezza, anzi si creano ingorghi all'ingresso e all'uscita. Quei soldi potevano essere utilizzati per i tanti edifici che evidenziano carenze strutturali". Nemmeno i ragazzi l'hanno presa bene e si chiedano: "A quando l'installazione del metal-detector come nelle scuole americane?". "Non è mai successo nulla di strano - dice Alex - e siamo già molto monitorati. Anche i prof sono basiti".

La risposta della scuola

Come risponde la dirigente scolastica? In un'intervista a "La Stampa", Antonietta Zancan difende il progetto e la bontà della scelta avallata dagli organi collegiali: "Il personale di sorveglianza è diminuito e così ci affidiamo alla tecnologia. C'è stata una condivisione del progetto da parte di ragazzi, docenti e genitori pure in quella realizzativa. I nostri studenti, futuri tecnici d'eccellenza, hanno lavorato insieme a esperti di un'azienda di spessore internazionale. Conoscenze teoriche e pratiche su cui verterà anche una prova dell'esame di Maturità. Soldi investiti in altro modo? Quando si è presentata l'opportunità non abbiamo esitato. Le polemiche sono strumentali e riguardano collettivi politicizzati".
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta