Giovani in fuga, 1 su 2 punta all'estero

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

giovani in fuga, Coldiretti: 51% under35 lascerebbe l'Italia

Giovani italiani pronti, valigia alla mano, ad andare all’estero. Sono tantissimi, più della metà. E non si tratta di conoscere nuovi Paesi, fare nuove amicizie, girare il mondo e studiare. Si tratta di vere e proprie migrazioni, viaggi pensati solo ed esclusivamente per cercare lavoro. Un fenomeno che, ogni giorno di più, riguarda da vicino i ragazzi italiani. Giovani e giovanissimi in cerca di una chance, visto che in Italia ce ne sono troppo poche.

PAESE FERMO? SCAPPO - A lanciare l’allarme su una tendenza sempre più diffusa è Coldiretti/Ixe’ che parla del 51% degli under35 pronto ad emigrare per motivi di lavoro. Perché? “Il motivo principale - sottolinea la Coldiretti - che spinge i giovani a lasciare l’Italia è il fatto che il 19% consideri il Paese fermo in cui non si prendono mai decisioni”. C’è poi un 18% che punta il dito sulle tasse e il 17% che chiama in causa la mancanza di lavoro a pari merito con la mancanza di meritocrazia.

RAGAZZI CON LA VALIGIA – Giovanissimi e di sesso maschile, spesso con un titolo di studio. E’ questo il profilo dell’emigrante di nuova generazione. “ La percentuale di chi è disposto a lasciare il proprio Paese – precisa infatti la Coldiretti - è più alta per gli under 35 maschi, pari al 57%, rispetto alle donne che si fermano al 45%. Raggiunge il picco massimo del 59% tra i 18-19 anni”. Ad incidere anche il livello di istruzione che, di fatto, alza le aspettative e le ambizioni: la percentuale, infatti, sale anche con il titolo di studio e raggiunge il 55% per i livelli più alti”.

INSOPPORTABILE - “In un Paese vecchio come l’Italia - ha affermato il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo - la prospettiva di abbandono evocata dalla maggioranza dei giovani italiani è una perdita di risorse insopportabile se si vuole tornare a crescere. Negli ultimi cinque anni in Italia sono aumentati percentualmente, tra gli occupati, gli over 55 mentre sono calati i lavoratori più giovani a differenza di quanto è avvenuto in tutti gli altri Paesi industrializzati secondo il rapporto “Global Employment Trends 2014”.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta