Alternanza scuola lavoro, come segnalare quando ci sono problemi?

Sulle pagine de La Repubblica è intervenuta la ministra dell'istruzione, Valeria Fedeli, sull'alternanza scuola lavoro, dopo le polemiche dei giorni scorsi sull'obbligatorietà o meno.
Fedeli sostiene la validità di questa innovazione, che deve rimanere del tutto formativa, senza assumere le caratteristiche di una vera e propria esperienza lavorativa. Secondo la ministra, infatti, l’alternanza scuola lavoro, attraverso l’esperienza pratica, deve aiutare gli studenti a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e a testare sul campo le attitudini, ad arricchire la formazione e a orientare il percorso di studio e in futuro di lavoro.
Fedeli, nel corso del suo intervento, aggiunge che sono attivi nuovi strumenti per raccogliere le segnalazioni e tutelare gli studenti nei percorsi di Alternanza scuola lavoro. Ma come funzionano?

Alternanza scuola lavoro, la piattaforma del Miur

E' online, dal 16 dicembre scorso, il nuovo portale sull'Alternanza, dedicato agli studenti, ma anche alle scuole, alle strutture ospitanti e alle famiglie. Sulla piattaforma dedicata, oltre ad altri strumenti utili per lo svolgimento delle attività di scuola lavoro, è in funzione il Bottone Rosso, disposizione delle studentesse e degli studenti, per segnalare i casi di criticità che impediscono la corretta esecuzione e fruizione dei percorsi di Alternanza, attivando gli Uffici Scolastici Regionali e il Ministero centrale a supporto delle scuole.

Bottone rosso per le segnalazioni

Non si tratta di uno strumento di segnalazione di casi di insoddisfazione dell’esperienza effettuata (questa funzione è garantita dalla possibilità di esprimere una valutazione a fine percorso), ma uno strumento da utilizzare in situazioni in cui l’esperienza di Alternanza non è formativa o si discosta significativamente da quanto co-progettato da scuola e struttura ospitante.
Il Bottone Rosso serve soprattutto a supporto delle realtà in cui, per condizioni di contesto, non c’è immediatamente la possibilità di avvertire il dirigente o il tutor scolastico o adesso il tutor territoriale, che devono comunque essere i primi riferimenti.

Come funziona la segnalazione

La procedura, dopo che lo studente invia la segnalazione tramite la piattaforma, con il bottone rosso - come spiega il Miur - prevede che l'Ufficio scolastico regionale esamini il caso e risponda entro 7 giorni. Se non ancora risolta o chiusa, la segnalazione viene quindi inviata alla task force centrale, che risponde entro 5 giorni; solo lo studente può definire chiusa la segnalazione.
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta