Ominide 8039 punti

Utilità o danni, vita e ambiente della lucertola

La lucertola e tutti i rettili in generale sono animali ovipari; fanno eccezione l'orbettino, la vipera e pochi altri che sono ovovivipari, ossi le loro uova vengono trattenute e incubate nel corpo materno fino a quando schiudono i piccoli.
Le uova della lucertola sembrano bianchi piselli e hanno il guscio sottile, membranoso, elastico. Vengono deposte in primavera avanzata, in numero medio di 5-6. Poichè la lucertola è un animale eterotermo e quindi non è in grado di covare, le uova vengono abbandonate dalla madre entro buche scavate in terreni soffici e in luoghi ben esposti al sole. Il caldo della stagione le fa ingrossare e dopo circa due mesi e mezzo nascono le piccole e graziose lucertoline che hanno l'aspetto degli adulti e sono già capaci di provvedere al proprio sostentamento, sono cioè precoci.
Se nella tarda estate, rimuovendo cataste di legna, vangando il giardino o arando i campi, ti capitasse di trovare delle uova di lucertola, conservale in un recipiente di cartone o di vetro: avrai la soddisfazione di vedere le lucertoline appena schiuse. E' ovvio che, dopo averli osservati,dovrai liberare quegli animaletti nel loro ambiente naturale, affinchè vadano a cercarsi il cibo preferito.

Durante l'inverno, per difendersi dal freddo intenso e per sopravvivere alla mancanza di acqua e di cibo, la lucertola cade in letargo: si rifugia in qualche fessura e si addormenta profondamente; resta immobile, il respiro si riduce, il sangue circola lentamente, diminuisce il consumo di energia. E così, sfruttando la riserva di grasso accumulato durante la bella stagione, rimane fino ai primi tepori di primavera, quando si risveglia per riprendere la sua alimentazione e la sua attività. La lucertola può vivere in media una decina di anni.
La lucertola poichè si nutre di lumachelle e di insetti nocivi, la lucertola deve essere ritenuta un animale assai utile. Essa, insieme con gli altri insettivori, contribuisce a frenare l'invasione degli insetti dannosi. Se infatti questi insetti non venissero combattuti e in parte distrutti, il loro numero aumenterebbe a dismisura e verrebbe turbato l'equilibrio biologico esistente in natura. Occorre pertanto rispettare e proteggere la lucertola. Coloro che uccidono e che perseguitano questa bestiola inoffensiva e tanto utile, si dimostrano non solo crudeli, ma anche ignoranti. Uguale rispetto merita il ramarro, magnifica lucertola di colore verde-azzurro, lunga 25-30 centimetri, comune nelle siepi e nei cespugli ai margini dei boschi, presente in tutte le regioni italiane, eccettuata la Sardegna.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email