Termiti
Le termiti, note anche con il nome improprio di formiche bianche, perché hanno qualche somiglianza con le formiche, sono insetti sociali, con metamorfosi incompleta. Il loro apparato boccale è di tipo masticatore. Per un certo periodo della vita, alcuni individui sono muniti di 4 ali membranose di forma uguale.
Formano società costituite da milioni di individui e dimorano sotterra o nell’interno di singolari costruzioni alte 3-6 metri, denominate termitai, ottenute impastando, con la saliva, ter-riccio e legno triturato. Dal termitaio partono gallerie che raggiungono gli alberi circostanti per il rifornimento dei viveri.
Una società di termiti comprende una coppia reale (re e regina) che sono individui fecondi, le operaie e le amazzoni o soldati, individui sterili e senza ali. Il re e la regina, nel primo periodo di vita sono alati e conducono vita sopra il suolo, alla luce. Ben presto, però, fissano la loro dimora sotterra, al buio e perdono le ali.
La regina, sistemata nella camera reale, al centro del termitaio, aumenta rapidamente di volume, diviene immobile e, quando il suo addome ha raggiunto il massimo sviluppo (quasi 10 centimetri di lunghezza), incomincia a deporre le uova, con il ritmo prodigioso di un uovo ogni due minuti circa, ininterrottamente per 10 anni di seguito.
Le operaie, di colore biancastro, sono piccole e cieche. Esse non soltanto costruiscono il termitaio, ma provvedono anche alla pulizia e all’alimentazione della coppia reale, raccolgono le uova a mano a mano che vengono deposte dalla regina e le portano nelle camere di incubazione. Quando cessa l’attività produttrice della regina, le operaie la lasciano morire di fame e ne divorano le spoglie; mentre una nuova regina prende il posto di quella scomparsa.
I soldati (o amazzoni) hanno il corpo robusto e il capo grosso, armato di forti mandibole. Essi fanno la guardia alla coppia reale, vigilano il lavoro delle operaie e difendono il termitaio da eventuali attacchi di nemici.
Nelle regioni tropicali, in Africa e in Australia, le termiti sono maggiormente diffuse e formano società talmente numerose da costituire vere e proprie «città delle termiti». In tali regioni le termiti recano danni ingenti agli alberi, alle abitazioni umane, biblioteche, musei, mobili, travi. In Europa vivono solo due specie di termiti.
La lotta contro questi insetti nocivi è resa difficile dal fatto che essi vivono nascosti sotterra e rodono il legno soltanto nella parte interna, in modo da lasciare intatto lo strato esterno del tronco. Formidabile divoratore di termiti è il formichiere.
Le termiti appartengono a un gruppo di insetti chiamati isotteri, parola greca che significa «con ali uguali».

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email