Ominide 21 punti

I Minerali

I minerali sono elementi chimici o semplici composti che spesso si presentano sotto forma di cristalli.
Si formano per solidificazione, quindi quando il magma passa dallo stato liquido a quello solido (se avviene lentamente si formano cristalli grandi come l’olivina, mentre se succede velocemente si formano minerali amorfi come l’ossidiana). Si formano per deposizione da una soluzione satura, quindi quando una sostanza si cristallizza in un fluido che poi evapora o gela. (esempio il salgemma e carbonato di calcio nelle stalattiti). Si formano per sublimazione quando una sostanza passa dallo stato gassoso a quello solido (esempio lo zolfo).
I minerali si classificano in:
Silicati: elemento base silicio, sono i più diffusi sulla terra. (esempi basalto, olivina, ossidiana, ortoclasio, biotite, garnierite, quarzo [SiO4])
Carbonati: minerali a base di carboni (esempi carbonato di calcio ossia le stalattiti e quindi la calcite (CaCO3), carbonato doppio di magnesio e calcio ossia la dolomite (CaMg[CO3]2)).
L’unico modo per distinguere la calcite dalla dolomite è con una goccia di acido cloridrico, infatti sulla calcite si genera una effervescenza proporzionale alla purezza della calcite. Si forma quindi CaCl2+CO2.
Solfati: minerali a base di zolfo come il gesso e la rosa del deserto (Gesso: CaSO4*2(H2O)) la rosa del deserto è gesso con granelli di quarzo.
Alogenuri: I minerali solubili in acqua come il salgemma (NaCl).
Ossidi: si formano quando l’ossigeno si combina con un metallo. Ematite: FeO3, il quarzo è anche un ossido: SiO4, il corindone è un ossido di alluminio che tramite impurezze si colora e si trasforma in rubini e zaffiri.
Solfuri: lo zolfo si lega a metalli o semimetalli. Solfuro di ferro o pirite: FeS2
Elementi Nativi: si presentano in natura allo stato puro. Oro: Au, Diamante: C, zolfo: S, Carbonio: C

Le proprietà fisiche dei minerali

Densità: è il rapporto fra massa e volume
Durezza: è la misura della resistenza che un minerale oppone alla scalfittura con una punta. I dati vengono poi confrontati con la scala di Mohs (1°talco, 2°gesso, 3°calcite, 7°quarzo, 10°diamante)
Sfaldatura: è la proprietà che hanno alcuni minerali di rompersi più facilmente secondo certi piani più deboli (piani di sfaldatura).
Frattura: è la rottura irregolare di un minerale in più parti
Elasticità: proprietà di deformarsi e di riprendere la forma originaria.
Plasticità: proprietà di certi minerali di modificare la loro forma e di mantenerla sotto l'azione di una forza.
Malleabilità: proprietà di lasciarsi ridurre in lamine sottilissime (oro)
Duttilità: proprietà di lasciarsi tirare in fili (rame)

Proprietà ottiche

Colore: Idiocromatici e Allocromatici, idiocromatici presentano solo un colore, allocromatici presentano colori differenti come il quarzo.
Lucentezza: Dipende da come un minerale riflette la luce, ci sono minerali con lucentezza metallica come la pirite, lucentezza adamantina come il diamante o lucentezza vitrea come il quarzo.
Trasparenza
Fluorescenza
Birifrangenza: permette di vedere doppio se si guarda attraverso alcuni minerali come la calcite.

Proprietà organolettiche

Untuosità al tatto: Talco
Gusto: Salgemma
Sono isomorfi i minerali che mantengono e hanno una sola forma.
Sono polimorfi i minerali che hanno forme differenti come la grafite che ha forme lamellari e il diamante.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email