Il sangue

Sistema linfatico

sistema linfatico

Poiché il sangue scorre sempre all'interno dei vasi sanguigni, esiste un "mezzo" di trasporto" che permette alle sostanze nutritizie e all'ossigeno di raggiungere le cellule e alle sostanze di rifiuto e all'anidride carbonica di essere allontanate. Tale "mezzo di trasporto" è il liquido interstiziale, costituito da una parte di plasma che filtra continuamente dalle pareti dei capillari e si riversa nei tessuti. Il liquido interstiziale, con il tempo, si accumula e viene raccolto da piccoli capillari linfatici a fondo cieco.
Si forma in questo modo la linfa, un liquido giallastro composto da plasma e linfociti. I capillari linfatici sfociano in vasi di dimensioni maggiori, fino a confluire in un grosso vaso linfatico, dotto toracico, che sbocca nella vena succlavia dove linfa e sangue si mescolano.

Il sistema linfatico, oltre a collaborare con l'apparato circolatorio per nutrire le cellule, difende l'organismo dalle malattie. In esso la linfa circola in una sola direzione, spinta dalle contrazioni del cuore all'interno dei vasi linfatici. Nei vasi esistono le valvole a nido di rondine che,come quelle delle vene, impediscono il flusso della linfa.
Lungo i vasi linfatici ci sono numerose ghiandole linfatiche o linfonodi, che filtrano la linfa prima che si riversi nel sangue e producono i linfociti i quali sono globuli bianchi capaci di produrre gli anticorpi.
Oltre che nei linfonodi, il tessuto linfatico è presente in altri organi o tessuti del corpo, come la milza, le tonsille e il timo, ghiandola posta tra i due polmoni che nell'infanzia ha notevoli dimensioni e si riduce con l'età fino ad atrofizzarsi.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email