Ominide 8039 punti

Il pinguino e la cicogna


Il pinguino è un singolare uccello palmipede che non ha la capacità di volare: le sue ali prive di penne remiganti e a forma di paletta, funzionano da pinne, cioè da organi di nuoto. In acqua, infatti, nuota con straordinaria abilità; mentre sul terreno cammina goffamente, ritto sulle zampe molto corte.
Questo uccello ha un fittissimo piumaggio di colore scuro sul dorso e bianco candido sul ventre. Abita sulle coste dei mari antartici e resiste a temperature di 50-60 gradi sotto zero. Si nutre di pesci e di crostacei.
I pinguini vivono in grandi colonie perfettamente organizzate. La femmina depone generalmente un solo uovo al centro di un piccolo recinto di sassi, presso la sponda del mare, Durante l'incubazione, il maschio nutre la femmina, e quando il piccolo è nato, il padre continua a provvedere il cibo.
Di pinguini esistono diverse specie, fra le quali merita di essere ricordato il pinguino reale, alto circa un metro. Altri palmipedi, oltre al pinguino, sono: l'anatra, l'oca, il cigno, il pellicano, il gabbiano, ecc.
La cicogna è un uccello trampoliere, che ha cioè le zampe sottili e lunghe come i trampoli: riesce così a catturare ranocchi e insetti acquatici, camminando nei luoghi paludosi e nell'acqua bassa senza bagnarsi le piume. Il suo corpo robusto può raggiungere il peso di 5-6 chilogrammi e avere un'apertura alare di circa 2 metri.
La cicogna fu protetta dall'uomo fin dall'antichità perchè molto familiare e utile all'agricoltura. Come la rondine, anche la cicogna è messaggera della primavera: giunge in Alsazia, Germania, Olanda, ai primi di marzo. In aprile-maggio nidifica sulla sommità dei tetti, sui camini o sui campanili. In agosto ritorna nella regione dei grandi laghi dell'Africa orientale.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email