Malattie dell’apparato respiratorio
Pertosse
La pertosse è una malattia benigna a cui vanno soggetti i bambini ancora piccoli. Si manifesta con una tosse insistente che perseguita per una quindicina di giorni i colpiti, facendoli un po’ deperire.
Tonsillite, faringite, laringite
Tonsillite, faringite, laringite, sono l’infiammazione rispettivamente: delle tonsille, della faringe e della laringe. Non sono malattie pericolose; ma devono essere curate scrupolosamente affinché non causino disturbi più gravi, quali ad esempio la nefrite e il soffio al cuore.
Bronchite
La bronchite è l’infiammazione della trachea e dei bronchi. Questa malattia, conseguenza ora di un raffreddore, ora di un’influenza, si manifesta con tosse, catarro e febbre. La bronchite trascurata può diventare lunga e fastidiosa.
Pleurite
La pleurite è l’infiammazione della pleura. Questa malattia può manifestarsi nel corso dell’influenza, del reumatismo, del tifo, della polmonite; talvolta è prodotta dalla tubercolosi. La pleurite non curata ha pericolose conseguenze.
Polmonite
La polmonite è l’infiammazione degli alveoli polmonari provocata da germi (= polmonite infettiva). Si manifesta con brividi e febbre elevata (40 gradi), polso frequente, affanno. In tempi passati, la polmonite sovente era mortale. Oggi, con la penicillina (scoperta dallo scienziato inglese Alessandro Fleming) viene efficacemente combattuta.
Tubercolosi
La tubercolosi è una malattia prodotta da un germe a forma di bastoncino, detto bacillo di Koch, perché scoperto da un medico tedesco, Roberto Koch (1843-1910). Questo bacillo produce delle granulazioni grosse quanto un granello di riso e delle lesioni negli organi colpiti. Generalmente il bacillo di Koch colpisce i polmoni; più raramente i reni, l’intestino, le ossa. Sono più esposte alla tisi le persone deboli, denutrite, costrette a vivere in tuguri umidi, malsani e senza sole. Non è una malattia ereditaria, cioè non si trasmette dai genitori ai figli, ma è infettiva; perciò i genitori tubercolotici, vivendo accanto ai figli, possono propagare il germe. Oggi la tubercolosi è una malattia che, curata tempestivamente, viene guarita abbastanza facilmente con adatti antibiotici (streptomicina scoperta da Waksman).
Difterite
La difterite è una malattia contagiosa che può colpire i bambini e i giovani. È provocata da un germe (bacillo di Klebs Loffer) e si manifesta con placche bianco-grigiastre in gola. Può causare la morte. Il terribile male si previene con la vaccinazione, resa obbligatoria per legge.
Tetano
Il tetano è una grave malattia prodotta da un germe che vive nella polvere, nel terreno e negli escrementi degli animali. Il germe penetra nel sangue attraverso le ferite, le punture con chiodi, con spilli, ecc. Dopo un periodo di incubazione di 5-15 giorni, la malattia esplode con la contrazione dei muscoli del corpo, compresi quelli della faringe e della laringe, impedendo la deglutizione, la respirazione e determinando la morte. Questa malattia si previene con la vaccinazione e disinfettando accuratamente le ferite con acqua ossigenata, specialmente quando sono sporche di terra.
Silicosi
La silicosi è una malattia dovuta al depositarsi della polvere di sabbia silicea o di vetro nei polmoni. Vengono colpiti da questa grave malattia professionale gli scalpellini, gli operai che lavorano il vetro o che scavano gallerie senza far uso della maschera prescritta dalle leggi sanitarie.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email