Igiene dell’occhio

La vista è un dono preziosissimo che ben merita il massimo riguardo. Usa quindi ogni attenzione per conservarti sani gli occhi.
- La luce troppo viva danneggia l’occhio. Quindi non fissare mai il Sole, la luce delle lampade elettriche, la fiamma ossiacetilenica o la fiamma della saldatura elettrica. Evita anche il riflesso dell’acqua, della neve, degli specchi, ricorrendo, eventualmente all’uso di occhiali affumicati.
- La luce troppo debole, specialmente quando si legge o si scrive o si compiono lavori minuti, affatica l’occhio. Pertanto, quando studi, procura che vi sia la dovuta illuminazione e che la luce giunga dalla parte sinistra e cada uniformemente sul tavolo, senza offendere l’occhio.
- Gli occhi, più ancora che ogni altra parte del corpo, richiedono intervalli di riposo. Quando sono affaticati dallo scrivere o dal leggere, lavali e rinfrescali con acqua pura o con una soluzione diluita di acido borico; ma non toccarli con le dita o con il fazzoletto, perché potresti irritare la congiuntiva.

- Se ti accorgi di avere la vista difettosa (è frequente nei giovani la miopia), rivolgiti senza indugi a un medico oculista, affinché ti prescriva una cura specifica ed, eventualmente, l’uso degli occhiali o delle lenti a contatto (porre ulteriore attenzione alla pulizia in questo caso).

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email