Ominide 8039 punti

Esseri viventi e corpi non viventi

Osserva quanto esiste intorno a te e che non sia opera dell'uomo: l'aria, l'acqua, il terreno, le rocce, le piante, gli animali. Tutto questo costituisce la natura. Le scienze naturali studiano appunto la natura nelle sue molteplici manifestazioni.
Se confronti una pianta e un animale con una roccia, noterai subito una profonda differenza: la pianta e l'animale sono esseri viventi; mentre la roccia è un corpo che è sempre stato privo di qualsiasi forma di vita. Sorge quindi la necessità di raggruppare queste realtà naturali in due categorie ben distinte: gli esseri viventi e i corpi non viventi.
Come puoi facilmente riscontrare, le funzioni vitali nelle piante e negli animali sono compiute da parti chiamati organi. Organi propri di molte piante sono: radice, fusto, foglia, fiore e frutto. Organi propri di molti animali sono: cuore, polmoni, stomaco, fegato, ecc. Perciò gli esseri viventi sono denominati anche organismi. I corpi non viventi invece, essendo privi di organi, si chiamano anche anorganismi.

In natura pertanto si distinguono tre regni: minerale, vegetale e animale:
-il regno minerale comprende i corpi non viventi quali, ad esempio, le rocce e i minerali.
-il regno vegetale e il regno animale comprendono gli esseri viventi: rispettivamente le piante e gli animali.
Questa suddivisione eseguita per comodità di studio, non deve farti pensare che i tre regni naturali siano indipendenti tra loro. Nel corso delle tue osservazioni scientifiche ti convincerai che essi sono strettamente legati, perchè i minerali servono di alimento ai vegetali; questi a loro volta nutrono gli animali; infine gli animali e i vegetali, morendo, si decompongono e restituiscono al terreno le sostanze minerali.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email