Ominide 489 punti
Le caratteristiche dei viventi

Tutti gli esseri viventi nascono, crescono, si nutrono, respirano, si riproducono, interagiscono con l'ambiente, infine muoiono. Inoltre tutti sono formati da cellule, la più piccola parte di un essere vivente.
Ora analizziamo nel dettaglio queste caratteristiche.

La nutrizione

i viventi possono essere autotrofi (piante) che si costruiscono da soli il nutrimento attraverso la fotosintesi clorofilliana, o eterotrofi (animali) che si nutrono cioè di altri esseri viventi.

La respirazione

Processo attraverso cui gli esseri viventi ricavano energia dal cibo, grazie all'azione dell'ossigeno.

La riproduzione

Può essere asessuata quando un solo individuo dà origine a nuovi individui uguali a se stesso (ad esempio i batteri), o sessuata quando due cellule, dette gameti, prodotte da un maschio e da una femmina si uniscono per generare un nuovo individuo. Un esempio di riproduzione asessuata è la rigenerazione, cioè un organismo che tagliato a metà riesce a generare la parte mancante e dare origine a due nuovi organismi, come riesce a fare la planaria (verme piatto acquatico).

Interazione con l'ambiente

I viventi interagiscono con l'ambiente in diversi modi da molto semplici a complessi negli organismi più evoluti, ma ogni essere vivente anche il più semplice, è caratterizzato dalla reattività, cioè la capacità di di rispondere agli stimoli sia interni che esterni, e dalla capacità di adattamento, cioè la capacità di adeguare le proprie caratteristiche a quelle dell'ambiente di vita attraverso il lunghissimo processo dell'evoluzione.

La cellula

Ogni essere vivente è formato da particelle piccolissime che si chiamano cellule, capaci di vita autonoma. Esistono cellule microscopiche, ma anche cellule grandi, come ad esempio l'uovo, che è considerato una cellula.
Una prima distinzione distingue le cellule in procariote, cioè senza un nucleo definito e presenti solo in alcuni unicellulari, e eucariote con un nucleo definito avvolto nella membrana nucleare, presenti in tutti gli altri organismi. Inoltre le cellule hanno una struttura diversa a seconda che siano animali o vegetali.

Cellula animale
Ogni cellula animale è composta dalle seguenti parti: membrana cellulare, citoplasma contenente gli organelli, nucleo.
La membrana cellulare protegge la cellula e la racchiude, inoltre regola il passaggio delle sostanze che entrano ed escono dalla cellula.
Il citoplasma è un materiale gelatinoso che contiene gli organelli i principali dei quali sono i ribosomi (servono per fabbricare proteine), i mitocondri (responsabili della respirazione e della produzione di energia), i lisosomi (demoliscono i rifiuti). E' presente anche il vacuolo che contiene sostanze di riserva o rifiuto, e l'apparato di golgi che è formato da un insieme di tubicini che portano all'esterno alcune sostanze prodotte dalla cellula.
Il nucleo contiene il DNA che contiene tutte le istruzioni per far funzionare bene la cellula. coordina le funzioni vitali e riproduttive della cellula.

Cellula vegetale
ha la stessa struttura di quella animale, ma possiede in più la parete cellulare che è un rivestimento esterno piuttosto rigido che dà sostegno e forma alla cellula; e i cloroplasti che contengono la clorofilla. Il vacuolo è inoltre più sviluppato.

Le cellule si riproducono attraverso scissione, cioè una cellula madre genera due cellule figlie uguali a se stessa tramite un processo che si chiama mitosi.

Negli organismi pluricellulari le cellule non sono tutte uguali, ma sono organizzate diversamente per svolgere funzioni diverse. Quindi le cellule uguali tra loro che svolgono la stessa funzione sono raggruppate nei tessuti; tessuti diversi che svolgono compiti precisi formano un organo; organi diversi che agiscono insieme in modo coordinato per svolgere una funzione formano un apparatoe più apparati formano l'organismo.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email