Caratteristiche fisiche del suolo.

Nel terreno tra un granulo e l'altro esistono degli spazi che possono essere occupati dall'aria o dall'acqua.
Più spazio c è tra i granuli, più aria e acqua possono essere contenute. Questa caratteristica dei suoli è detta porosità e indica il volume complessivo degli spazi vuoti presenti nel suolo. Naturalmente la quantità d'acqua influenza quella dell'aria: nei pori in cui c è acqua non c è aria e viceversa.
L'acqua presente in un terreno varia a seconda del tempo che fa: se è piovuto molto e per lungo tempo troverai nel terreno molta acqua; viceversa, se il clima è stato secco ne troverai poca.
Se osservi terreni diversi, però, ti accorgerai che, attraversandoli, l'acqua non si comporta allo stesso modo: in alcuni suoli essa compare velocemente, in altri ristagna e forma sulla superficie delle pozzanghere.
La capacità di un terreno di farsi attraversare dall'acqua è detta permeabilità. Essa dipende dalla porosità: maggiore è la porosità, maggiore sarà la permeabilità. I terreni ghiaiosi e sabbiosi sono permeabili, mentre quelli argillosi e humosi sono impermeabili. Strettamente collegata a queste due caratteristiche è anche la capacità di trattenere l'acqua.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità