Ominide 16918 punti

Calore e temperatura

Se scaldiamo una pentola d’acqua, possiamo facilmente osservare che l’acqua man mano si riscalda, cioè acquista calore. Quando l’acqua ha accumulato la quantità sufficiente di calore (100 gradi centigradi), comincia a bollire e a trasformarsi in vapore. Questo fa alzare il coperchio della pentola, in quanto esercita su di esso una pressione. Il calore viene detto anche energia termica. Quando forniamo calore a una sostanza, si trasmette energia a tutte le molecole di quella sostanza. Se prendi tra le mani un cubetto di ghiaccio, dopo un po’ di tempo il ghiaccio si scioglie. Perché? Il calore è passato dalle mani al ghiaccio, aumentandone la temperatura e cambiandone lo stato (da solido a liquido). In natura il calore passa sempre da un corpo caldo a uno più freddo. Per sapere quanto è caldo un corpo se ne misura la temperatura con il termometro, utilizzando comunemente come unità di misura il grado centigrado (simbolo: 0 °C), 0 °C corrispondono alla temperatura del ghiaccio quando fonde; 100 °C alla temperatura dell’acqua quando bolle. Se immaginiamo un cucchiaio di metallo in acqua bollente, esso si riscalda immediatamente. Non succede la stessa cosa se immergiamo un cucchiaio di legno. Questo accede perché il calore si trasmette più facilmente attraverso i metalli che sono, appunto, buoni conduttori di calore. Il legno, la lana, la plastica, il sughero sono cattivi conduttori, cioè isolanti. È per questo motivo che tali sostanze vengono impiegate per costruire oggetti che non trasmettono calore.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email