Bilancia da analisi

Le bilance sono strumenti che servono a misurare il peso dei corpi.
Nei laboratori fisici, chimici, e farmaceutici si usa una bilancia di precisione denominata bilancia da analisi. Si nota in essa che in sostanza è una leva avente i bracci uguali, perché i due piatti (P e R) sono sospesi alla stessa distanza dal fulcro. L’asta a cui sono sospesi i piatti si chiama giogo. La sospensione del giogo sul supporto è la parte più delicata e perfetta della bilancia.
È ovvio che essendo bp = br, la condizione di equilibrio è che sui due piatti siano posti corpi di ugual peso. Per verificare che i due bracci siano uguali, basterà scambiare i pesi sui due piatti e osservare se permane l’equilibrio. Si può osservare che per stabilire esattamente la posizione di equilibrio (zero), al punto mediano del giogo è fissato un lungo indice la cui estremità si sposta sopra una scala graduata.
Corredo indispensabile per far uso della bilancia da analisi è la pesiera, che è un assortimento di pesi in grammi di solito così distribuiti: 1, 2, 2, 5, 10, 10, 20, 50, 100, la cui somma è 200, e che opportunamente combinati, possono formare tutti i pesi, di grammo in grammo, da 1 a 200 grammi.

Le pesiere per bilance di precisione contengono anche le frazioni di grammo, fino al milligrammo.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email