Ominide 8039 punti

Gli apparati e le funzioni della rana


Osserva che la rana riesce a dilatare molto la bocca perchè ha la mascella inferiore articolata al cranio per mezzo di un osso quadrato simile a quello già riscontrato nella lucertola. Se introduci un dito nella bocca di una rana, avverti che nella mascella inferiore mancano i denti; nella mascella superiore avverti delle piccolissime asperità che però non possono produrre alcun morso. La rana, quindi, non possiede denti veri e propri. La sua bocca, inoltre, è priva di palato e di fosse nasali.
La lingua, molle, presenta una conformazione singolare: ha l'estremità posteriore libera e divisa in due lobi, mentre la parte anteriore si attacca alla mascella. Questa struttura permette alla lingua, protrattile, di essere ribaltata fuori dalla bocca come un ponte levatoio. E poichè è molto viscosa, serve egregiamente per immobilizzare e catturare le prede, che poi vengono ingoiate intere. L'apparato digerente della rane è piuttosto corto e semplice.
La rana maschio ai lati della gola possiede due sacchi vocali, specie di casse di risonanza che rendono più rumoroso il gracidio. Nello stadio di larva, la rana respira mediante le branchie e ha la circolazione del sangue semplice e completa,come i pesci. Da adulta,invece, respira mediante i polmoni e ha la circolazione doppia e incompleta. La temperatura del corpo è variabile, cambia cioè col variare della temperatura dell'ambiente in cui vive.
Per comprendere come faccia la rana adulta a respirare, occorre osservarla da vicino. Essa muove continuamente la gola come se ingoiasse l'aria: con i muscoli della gola supplisce alla mancanza della gabbia toracica e manda nei polmoni una piccola quantità di aria inspirata per mezzo delle narici.
I polmoni della rana, però, sono dei sacchi molto più semplici e rudimentali di quelli dei mammiferi, degli uccelli e dei rettili; sono organi assolutamente insufficienti alla respirazione e svolgono una funzione puramente secondaria: lo dimostra il fatto che la rana, priva dei polmoni, continua a vivere. La respirazione in questo animale si compie soprattutto mediante la pelle: respirazione cutanea.
La sottilissima pelle della rana è percorsa da capillari sanguigni e, poichè rimane costantemente umida, consente un abbondante scambio gassoso tra l'aria atmosferica e il sangue, in modo da supplire all'insufficienza dei polmoni. Ed è per questo bisogno di conservare la pelle umida che la rana vive presso l'acqua e in essa si immerge frequentemente. Se venisse tenuta a lungo in luoghi asciutti, per esempio sul pavimento di una camera riscaldata con termosifone, la rana morirebbe.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email