Ominide 8039 punti

L'aspetto del gatto, gli apparati e le sue funzioni

Il gatto domestico è un animale assai comune, specialmente nelle case rurali. Può superare la lunghezza di mezzo metro (compresa la coda) e il peso di tre chilogrammi.
Osserva che il suo corpo armonioso è ricoperto di folto e morbido pelo. La testa è caratteristica per la sua forma tondeggiante, per il musetto triangolare con labbra piccole, il naso umido e le orecchie assai mobili. Nel suo aspetto, il gatto rassomiglia a una minuscola tigre.
Porgi al gatto un pezzo di pane molto duro e osserva come fa a masticarlo. Con garbo poi apri la bocca dell'animale ed esamina i suoi denti. Nota che la dentatura del gatto è completa. Nel gatto i denti di latte sono 20; nell'adulto, invece, i denti sono 30. I denti incisivi sono piccoli mentre i canini sono sviluppati e aguzzi, vere armi micidiali per trafiggere le prede. L'ultimo premolare superiore e il primo molare inferiore hanno le punte taglienti che, sfregano l'una contro l'altro, funzionano come le lame delle forbici. Questi denti, atti a lacerare e a tagliare la carne, si chiamano denti laceratori o ferini perchè sono propri delle fiere.

Dall'esame della dentatura si può quindi arguire che il gatto si nutre prevalentemente di carne. Gli animali che hanno la dentatura come quella del gatto sono carnivori, cioè si nutrono prevalentemente di carne.
I carnivori, pur avendo in generale la bocca non molto grande, hanno tuttavia la possibilità si spalancarla ampiamente quando azzannano le prede. La loro lingua, inoltre, essendo ruvida e rasposa, è assai utile per spolpare le ossa delle vittime.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email