Compiti delle vacanze, 10 regole per non rovinarsi l'estate

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
compiti vacanze

Chi vuole rovinarsi l'estate sui compiti delle vacanze? Ovviamente nessuno. Ma se i tuoi genitori ti stanno con il fiato sul collo, o vuoi evitare brutte figure a settembre con i prof, o per qualche arcano motivo hai aspettato luglio per diventare uno studente modello, Skuola.net ti consiglia le 10 regole per fare i compiti delle vacanze senza fatica e recuperando un sacco di tempo per divertirti!

Guarda anche:
  • Compiti per le vacanze in 24 ore
  • Compiti per le vacanze last minute: 5 trucchi per finirli in tempo
  • Compiti per le vacanze, la tabella di marcia da seguire per finirli
  • Compiti delle vacanze: consigli per il ritorno a scuola


  • 10. Poco alla volta

    La prima regola è pianificare. Una buona pianificazione dei compiti permette di calibrare il carico in modo da poter studiare poco alla volta, senza la classica sessione di studio matto e disperatissimo a settembre, che carica di stress prima del rientro a scuola. Una o due pagine al giorno, uno o due esercizi al giorno possono togliere al massimo un'oretta di tempo, mentre il resto si può dedicare a ciò che si preferisce.

    9. I libri sotto l'ombrellone (o in aereo)

    Tanti libri da leggere? Prendete la lettura come un passatempo nei momenti di relax. Sotto l'ombrellone mentre si ascolta la musica o sull'aereo prima di arrivare a destinazione, per esempio. Qualche pagina ogni giorno prima di andare a dormire può essere utile per togliersi di torno questo esercizio.

    8. Il web può aiutare

    Un esercizio particolarmente complicato o una versione di latino impossibile? Trovare un aiuto sul web per sbrogliare la matassa si può. L'importante è comprendere dove si è sbagliato e annotarlo. Insomma, il web è utile per velocizzare lo studio, non per copiare!

    7. In compagnia è più bello

    A nessuno piace chiudersi in stanza da solo durante l'estate, mentre il sole splende e si vuole solo far baldoria! Eppure, è importante dedicare qualche minuto ai compiti ogni giorno per non rovinarsi interi giorni estivi ad agosto e a settembre. La soluzione è organizzare con i compagni di classe dei gruppi studio per stare un po' insieme e combinare qualcosa tra una chiacchiera e l'altra.

    6. I compiti possono diventare un gioco

    Il modo in cui affronterai i compiti durante l'estate faranno la differenza. Non pensare di essere condannato al patibolo ogni volta che apri un libro. Prova a prenderla come un gioco: sfida te stesso a completare le pagine stabilite e considera gli esercizi di matematica come dei "rompicapi" da risolvere. Un atteggiamento positivo può rendere tutto più leggero.

    5. Un premio per la fatica

    Il gioco può anche concludersi con un "premio", a seconda di quante pagine sei riuscito a leggere o di quanti esercizi sei riuscito a completare senza errori. Un gelato, una maglietta nuova, un bagno al mare o un'uscita extra con gli amici. Insomma, quello che ti piace di più per compensare la fatica!

    4. Usa le mappe mentali

    Il metodo di studio può aiutarti a svolgere i compiti in maniera più veloce. Le mappe mentali sono un metodo molto utile soprattutto per le materie teoriche o umanistiche. Su un foglio di carta, a partire dal concetto principale, si schematizza l'intero argomento attraverso associazioni di idee espresse tramite disegni, appunti o parole, utilizzando colori o altri strumenti per stimolare la memoria. Basterà riguardare la mappa perché torni in mente l'intero capitolo studiato!

    3. Non rimandare

    Se hai un piano di lavoro, cerca di rispettarlo. Altrimenti, i compiti si accumuleranno e ti ritroverai sommerso senza neanche rendertene conto. Anche se la voglia ti manca e ti senti stanco e accaldato, meglio un paio di pagine oggi che decine e decine domani, non credi?

    2. La mattina è il momento migliore

    Esiste comunque un trucco per sentirti più energico. Cerca di concentrare gli esercizi più impegnativi nella prima parte della giornata. Certo, non ti chiediamo di svegliarti all'alba! Alzati pure con calma, ma trova il tempo di fare qualche compito durante la mattinata. Lo troverai meno faticoso che in altre ore della giornata. La lettura di libri, invece, può essere anche serale o pomeridiana, nei momenti di relax.

    1. Prevedi giorni di pausa

    Anche se sei uno studente carico come un somaro di compiti per le vacanze, l'estate per te è ancora sinonimo di vacanza! Prevedi, nella tua pianificazione, un giorno o due a settimana di libertà, più un periodo totalmente "compiti free" per goderti a pieno il viaggio in una nuova città o località, o anche semplicemente per riposarti!
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata!

    Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

    20 novembre 2019 ore 15:30

    Segui la diretta