Sary99 di Sary99
Ominide 17 punti
Questo appunto contiene un allegato
Sviluppo Psicosessuale Secondo La Teoria Di Freud scaricato 5 volte

Freud

La teoria dello sviluppo psicosessuale

La Storia.
La psicoanalisi inizia circa nel 1900 grazie a Freud e al suo trattato "L' Interpretazione dei sogni" .La psicoanalisi è una teoria sempre in movimento, studia l' interazione delle forze della mente(forze psichiche) fra loro .La teoria di Freud è anche detta psicosessuale perché studia la mente dell' uomo durante dei cambiamenti di tipo sessuale .La psicoanalisi studia attraverso una approccio psicologico (studio della mente) e non Neurologico(riguardante il sistema nervoso), inoltre tratta come temi dominanti la psiche, l’ anima e l’ inconscio .Freud concepisce un luogo per la nostra interiorità la psiche formata da due topiche ( topos=luogo),conclusione ,la nostra psiche-interiorità ha due luoghi:
 Il primo luogo riguarda l’ io (l’ essere), il super io (stima di sé) e l’ es ( o id).

 Il secondo luogo riguarda l’ inconscio(pensieri sentimenti nascosti),il preconscio(comunicazione fra inconscio e preconscio) e il conscio(parte cosciente di noi stessi).

La Psicoanalisi.
Freud inventa la psicoanalisi (un metodo in cui lo psicoanalista chiede al paziente di fare associazioni libere tra i pensieri) fondato sulla parola, e terapie per i disturbi nevrotici (Nevrosi).

La psicodinamica
La teoria freudiana si fonda anche sulla psicodinamica cioè sullo studio delle forze della mente che fanno agire le persone entro determinanti comportamenti queste forze si chiamano pulsioni.

Il determinismo psichico
Le persone secondo Freud sono spinte da pulsioni positive e negative tutto dipende dal vissuto, (passato di una persona)dell’adulto durante l’infanzia ,se ha avuto un infanzia serena, da grande si comporterà in modo egregio quindi avrà pulsioni positive viceversa se un adulto da piccolo ha avuto un passato negativo si comporterà ‘male’ da adulto e di conseguenza avrà pulsioni sbagliate .Molti studiosi sostengono questa tesi ma non completamente. Freud infatti pensava che se una persona agiva in modo negativo rimaneva una persona negativa e ‘cattiva’ per tutto il resto della sua vita ,lo stesso se era educato bene. Ma l’uomo è sempre un uomo, non un animale quindi può riscattarsi e cambiare in bene ma anche in peggio.

Le Topiche (=i luoghi)
Freud spiega il carattere ‘ideale’ di una persona attraverso un iceberg

Il primo luogo riguarda l’ io (l’ essere), il super io (stima di sé) e l’ es ( o id).
Il secondo luogo riguarda l’ inconscio(pensieri sentimenti nascosti),il preconscio(comunicazione fra inconscio e preconscio) e il conscio(parte cosciente di noi stessi).

Per spiegare la teoria della psicoanalisi servono 4 approcci diversi
1. approccio topografico (inconscio preconscio conscio)
2. approccio strutturale ( ego es super io)
3. approccio dinamico (le pulsioni)
4. approccio stadiale (orale anale fallico latenza genitale)

Approccio Topografico

Inconscio: pensieri, sentimenti, nascosti
Preconscio: comunicazione fra inconscio e preconscio
Conscio: parte cosciente e razionale di noi stessi


Approccio Stadiale.
Per Freud lo sviluppo è caratterizzato dalla libido l’ energia sessuale che passa attraverso varie parti del corpo:
 Fase Orale: succhiare masticare mordere, quando hai per esempio sete: la bocca e la gola mandano impulsi al cervello che vengono soddisfatti tramite l’ assunzione di liquidi ( in questo caso). Età 1 a 2 anni.
 Fase Anale : è il bisogno piacere anale della defecazione, il bambino comincia a controllare la muscolatura sfinterica.. Età 3 a 6 anni.
 Fase Fallica: il bambino scopre le differenze tra maschi e femmine e dopo la fase di Edipo o Di Elettra (i bambini scoprono una forma di piacere riguardo il genitore del sesso opposto) il bambino inizia un processo educativo intimo le femmine imparano a comportarsi da femmine i maschi imparano a comportarsi da maschi. Età 3 a 5 anni.
 Periodo della Latenza: un periodo in cui il bambino diventa operoso e tranquillo. Età 5 a 10 anni.
 La fase Genitale: scoperta profonda della sessualità causata da ormoni e cambiamenti fisici. Età 11 a 18 anni.

Dentizione umana & Svezzamento
Il passaggio tra biberon/allattamento al seno materno e omogenizzati è fra la fase orale e quella anale.

Dentizione del neonato (o dentizione decidua)
La dentizione del neonato (o decidua) è una tappa importantissima nella crescita e nello sviluppo evolutivo del lattante. Il naturale processo di formazione dei denti nel neonato, detto appunto dentizione, può essere descritto in più passaggi:
Crescita verticale degli elementi dentali preformati (durante la vita embrionale)
Eruzione dei primi dentini (denti da latte)
Definitivo arresto della crescita dei dentini
Caduta dei denti da latte (che inizia intorno ai 2 anni d'età)
Permuta della dentizione decidua con quella permanente

I denti da latte sono così suddividi per ogni semi-arcata dentale:
 2 incisivi (1 centrale + 1 laterale)
 1 canino
 2 molari (chiamati rispettivamente "primo" e "secondo" molare)
 I premolari e i denti del giudizio sono assenti nella dentizione da latte

Svezzamento del neonato
Con il termine di svezzamento si intende il passaggio da un'alimentazione esclusivamente lattea ad un'alimentazione mista in cui si introducono nella dieta i cibi solidi. Attualmente si consiglia di iniziare a svezzare nel periodo compreso tra 4 e i 6 mesi di vita.

Lo Sviluppo Psicosessuale secondo la teoria di Freud

Per Sigmund Freud la mente umana è regolata dal principio del piacere e dal principio di realtà, il principio di piacere è la naturale inclinazione a sottrarsi al dolore e a ottenere quindi piacere. Il principio dio realtà è guidato dall’ Io e guida il nostro comportamento con la ragione e la logica.
La pulsione si differenzia in 4 parti fondamentali:

 Fonte- dove si concentra il desiderio della pulsione per esempio; nella fame, il desiderio si concentra nella bocca e nella gola.

 Spinta- significa energia della pulsione, la pulsione infatti è forza.
 Meta- rappresentazione della ‘soddisfazione’ che appaga il principio del piacere.
 Oggetto- è l’ elemento che la pulsione vuole raggiungere a tutti i costi.(persona; oggetto; fantasia o fatto concreto)
Tornando all’ Approccio Stadiale possiamo determinare che Freud ipotizzo e studiò questa teoria in pieno periodo vittoriano (1850),il grande valore di questa straordinaria intuizione consente di differenziare la sessualità infantile con quella adulta ; Questo però scandalizzò i suoi colleghi medici, molti dei quali reagirono anche violentemente alle sue tesi.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email