Ominide 5142 punti

Le fasi di Erikson e lo sviluppo psicosessuale di Freud


La teoria evolutiva di Erikson si basa sulle fasi psicosessuali di Freud, tuttavia, Erikson fa corrispondere ad ogni stadio una modalità psicosociale di rapporto con il mondo. Centrale è il concetto di "crisi": ogni fase comporta una crisi da risolvere; se la crisi non si risolve lascia residui nevrotici e psicotici; invece, quando la crisi viene risolta si ha il passaggio alla fase successiva.
La prima fase è la fase della fiducia di base contro Fiducia; lo stadio psicosessuale corrispondente è quello della fase orale.
La seconda fase è quella dell'Autonomia versus il dubbio e la vergogna , corrispondente alla fase anale freudiana.
La terza fase è quella di spirito di iniziativa contro il senso di colpa, la fase freudiana psicosessuale corrispondente è quella genitale.
La quarta fase è industriosità verso il senso di inferiorità. È il tipico periodo dello stadio di latenza di Freud
La quinta fase è quella dell'identità contro la confusione di identità ed è tipico della pubertà.
La sesta fase è solidarietà contro isolamento ed è il periodo del primato genitale, quindi avviene soprattutto nell'adolescenza.
La settima fase è quella della generatività contro preoccupazione per sè L'ottava fase è integrità contro disgusto e disperazione
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze