sabrx di sabrx
Ominide 912 punti

Sviluppo prima della nascita


In psicologia per sviluppo significa l’insieme dei cambiamenti che si verificano nell’essere umano del concepimento fino all’età adulta e che interessa tutti gli aspetti del comportamento.
Il primo passo per lo sviluppo è il concepimento. Il concepimento avviene quando la cellula germinale maschile (spermatozoo) penetra nella parete germinale femminile (ovulo), questo processo si chiama fecondazione da dove nascerà un nuovo individuo.
Punto di vista genetico:
Al momento del concepimento in 23 cromosomi maschili si uniscono ai 23 cromosomi femminile per formare il corredo genetico dei 46 cromosomi. Questi cromosomi si possono dividere in segmenti, chiamati geni i quali possiedono catene di DNA; grazie a questo corredo genetico inizia il processo di sviluppo suddiviso in 3 periodi:
1) Periodo geminale (anche chiamato periodo pre – embronale): questo periodo comincia con la fecondazione e continua con l’accrescersi dell’ovulo fecondato; nel giro di 2/3 giorni raggiunge le dimensioni di una capocchia di spillo, nel 4° giorno si formeranno due parti: una interna dove si forma l’embrione e una esterna che si occupa degli scambi tra l’embrione e la madre.
2)Periodo embrionale: si formano due strutture importanti:
• Amnios: è una sacca protettiva attorno al bambino ripiena di liquido amniotico.
• Placenta: è un organo attraverso il quale il corpo della madre nutre il corpo del figlio e ne regola il metabolismo.
3) Periodo fetale: inizia nel 3° mese quando è possibile stabilire il sesso del bambino. È in questo periodo che si sviluppano e si perfezionano gli organi del bambino.
La gravidanza dura in tutto 38 settimane circa.

Durante il 16° giorno si iniziano a formare l’apparato e il sistema nervoso. Al momento della nascita il bambino possiede l’intero corredo delle cellule nervose fondamentali, i neuroni ì, ma il sistema deve ancora portare a termine la sua maturazione, questo processo durerà alcuni anni dopo la nascita.
È importante studiare la fecondazione e la nascita del bambino poiché in quei periodi si possono ritrovare le cause della disabilità:

- Le disabilità genetiche avvengono al momento della nascita)
- Le disabilità pre natali avvengono nel periodo gestionale
- Le disabilità per i natali avvengono al momento della nascita
- Le disabilità post natali avvengono dopo la nascita

Le capacità del neonato

Il bambino nel ventre materno ha già fatto numerose esperienze di tipo percettivo, infatti il bambino ha già sviluppato l’olfatto, l’udito, il gusto e il tatto (capacità percettive).
Al momento della nascita il bambino possiede un corredo genetico di comportamenti spontanei non appresi chiamati riflessi:
Riflessi più frequenti:

• Rotazione del capo: quando a un bambino gli viene toccata la guancia si gira verso il lato del contatto per trovare qualcosa da succhiare
• Suzione: quando la sua bocca viene a contatto con qualcosa comincia a succhiare
• Riflesso di Moro o di trasalimento: ad un forte rumore il bambino risponde allargando le braccia e inarcando la schiena
• Riflesso di Babinsky: quando a un bambino gli si accarezza un piede, prima stende le dita e poi le ritrae
• Afferramento: il bambino risponde al tocco su una mano stringendo le dita intorno alla mano dell’adulto che la tocca
• Deambulazione: se si regge il bambino in modo che i suoi piedi toccano terra appoggia i piedi in modo alternato per terra.
Meno sviluppate sono le capacità motorie; egli non è in grado di tenere su la testa da solo, non riesce a voltarsi ne a stare seduto.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email