sabrx di sabrx
Ominide 900 punti

L’accrescimento nel bambino e molto rapido nel 1° anno di vita:
- Nei primi 4 mesi il bambino raddoppia di peso e credi di 10 cm
- In 12 mesi il bambino triplica di peso e accresce di 15 cm
- In 24 mesi il bambino pesa all’incirca 13 kg e può superare gli 80 cm
Sviluppo percettivo
I primi sorrisi infantili sono detti sorrisi endogeni in quanto provengono da dentro, i sorrisi non sono in relazione all’ambiente circostante. Il sorriso come risposta a stimoli esterni compare verso in 2 mesi, mentre il sorriso come risposta la volto umano compare verso i 3 mesi.
La percezione della profondità compare verso i 6 mesi circa, per stabilire ciò è possibile eseguire l’esperimento detto “precipizio visivo”, i bambini di 6 mesi gattonano fino al precipizio (senza alcun rischio per i bambini poiché il precipizio è coperto con una lastra di plastica) per poi cambiare direzione dimostrando di aver percepito il pericolo.

Sviluppo della memoria
Fin dalla nascita il bambino possiede le capacità di trattenere informazioni elementari ,si tratta di una forma di memoria primaria. Con il passare delle settimane il bambino acquisisce un repertorio di immagini familiari, nelle settimane successive la memoria di riconoscimento aumento perciò il bambino riuscirà a riconoscere stimoli visivi presentati ad intervalli di tempo sempre più lunghi.

Sviluppo del linguaggio
Fin dalla nascita gli esseri umani hanno la capacità di produrre suoni:
I primi suoni emessi si distinguono in due categorie:
1) suoni vegetativi come per esempio la tosse, gli starnuti, i singhiozzi …
2) suoni vocali come per esempio le grida e i gemiti
Il neonato è incapace di produrre suoni articolati perché la sua laringe si trova in una posizione alta nel collo. Quando la laringe scende più in basso inizia lo sviluppo linguistico con le prime vocalizzazioni.
A circa due mesi si ha la fase del coking sound (“verso del tubare”), il bambino in questo periodo emette alcuni suoni consonantici.
Verso i 5-6 mesi inizia la fase della lallazione cioè una ripetizione variata di sillabe che può proseguire anche dopo la comparsa delle prime parole.
Tra i 12-18 mesi il bambino comincia a pronunciare le prime parole, all’inizio si tratta di olofrasi cioè parole-frasi, il bambino con una sola parola indica un intera frase.

Tra i 18-24 mesi è il periodo della frasi-binarie ovvero quelle frasi composte da solo due parole.
Tra i 24-30 mesi è il periodo della frasi telegrafiche poiché appunto ricordano lo stile dei telegrammi.
Tra i 2 e i 3 anni il vocabolario del bambino si amplia e inizia ad utilizzare le regole grammaticali, è il periodo dell’iper -regolarizzazione, cioè il bambino applica erroneamente le regole grammaticali anche dove esistono delle eccezioni.
Tra le teorie dello sviluppo linguistico tre sono quelle principali:

1) La teoria comportamentista è stata elaborata di Skinne, lui afferma che i bambini imparano a leggere per vie delle sollecitazioni provenienti dall’ambiente e in particolar modo dei genitori. È compito dei genitori spiegare al bambino quale sia il termine giusto rinforzando positivamente l’uso di una parola.
2) La teoria innatista è stata elaborata da Lennerberg, lui afferma che il linguaggio è una caratteristica innata comune a tutti i membri della specie umana
3) La teoria generativista è stata elaborata da Chomsky, lui afferma che negli essere umani esiste una sorta di programma innato per l’acquisizione del linguaggio

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email