Ominide 7283 punti

Stressors nel mondo delle organizzazioni


- mancanza di sicurezza lavorativa (es. tempo indeterminato), soprattutto nei tempi attuali, oppure continui spostamenti
- ambiguità di ruolo vengono assegnati da persone diverse o dalla stessa persona ruoli diversi, oppure quando viene chiesto di lavorare al contempo più velocemente e più accuratamente, quando non viene spiegato esattamente che cosa bisogna fare.
- fattori tradizionali di rischio. Esempi: esposizione a continui suoni fastidiosi sul luogo di lavoro. Possono generare stress anche in modo indiretto. Esempio quando si è esposti a rischi biologici si ha ansia e paura per la salute quindi un effetto indiretto. Esempio: lavorare in un reparto malattie infettive, ansia di ammalarsi.
- fattori di rischio psicosociale.
possono generare disturbi alla saluta psicofisica del lavoratore.
Fattori di contenuto  relativi alla tipologia, alla natura del lavoro (quindi non all’organizzazione); esempio un vigile del fuoco è esposto a determinati rischi che non sono propri del lavoro dell’insegnante.
Fattori legati al contesto  dipendono dal contesto, ovvero dall’organizzazione: stesso lavoro, stressors diversi in base all’organizzazione.
I fattori di rischio psicosociali sono trasversali (sono presenti in ogni tipo di lavoro), invece, i fattori di rischio tradizionali sono molto legati al tipo di lavoro.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Metti mi piace per copiare
Sono già fan
oppure registrati
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa