Ominide 8114 punti

L’adolescenza e il gruppo dei pari: importanza e funzioni

L’adolescenza è una fase critica dello sviluppo, definita come la fase di passaggio psicologico dallo stato di bambino allo stato di adulto. Si tratta, pertanto, di una condizione che genera sentimenti contraddittori: da una parte, l’adolescente è elettrizzato perché è consapevole che sta per varcare la soglia del “mondo dei grandi”, slanciato dall’obiettivo di una maggiore autonomia; dall’altra, è anche spaventato per le responsabilità, le decisioni e i cambiamenti che l’adultità comporta.
In questo contesto, il gruppo dei pari gioca un ruolo fondamentale.
Il gruppo dei pari si contraddistingue come un “microcosmo sociale” e come un “laboratorio sociale”: è nel gruppo che l’adolescente sperimenta, ricerca, prova, per poter raggiungere un obiettivo principale, ovvero quello di trovare la propria identità.
Il gruppo è, infatti, un punto di riferimento nella difficoltosa ricerca identitaria e, per questo motivo, la reazione del gruppo diventa un modo fondamentale per valutare se stesso e le proprie abilità.
Il gruppo dei pari viene pertanto definito come uno spazio di confronto, che aiuta l’individuo nella tortuosa ricerca di sé.
Tuttavia, il gruppo dei pari –se funzionale- risponde anche ad altri bisogni fondamentali: il bisogno di inclusione; il bisogno di influenza sugli altri e il bisogno di affetto.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Gruppo
Registrati via email