Ominide 9454 punti

Studio di psicologia sul ruolo delle abilità di order processing per le abilità matematiche


Lo studio indaga la relazione tra le abilità di ordinamento non numerico e abilità matematiche nei bambini, nello specifico, se le abilità di ordinamento non numerico sono importanti per lo sviluppo delle abilità matematiche precoci.
Lo studio è stato condotto su 90 bambini (la cui età media era di 4 anni e 11 mesi).
Friedman aveva dimostrato che i bambini di età prescolare una rappresentazione mentale visuo-spaziale dell’ordine temporale degli eventi familiari quotidiani.
Lo studio ha somministrato ai 90 bambini una serie di test: compito di ordinamento della WM (order WM task, che consiste nel disporre gli item nell’ordine corretto); compito di ordinamento numerico (number ordering), compito di ordinamento degli eventi quotidiani. Inoltre, è stato somministrato un questionario ai genitori e sono stati utilizzate anche altre misure: number line task, counting skill, non-symbolic addition, number comparison task (il numero è più grande di 5?), test matematici standardizzati, IQ verbale e non verbale, SES.
I risultati dello studio longitudinale mostrano che alla fine del primo anno i predittori più consistenti della prestazione matematica sono il counting, l’ordinamento di eventi quotidiani e l’order processing questionnaire.
Invece, alla fine del secondo anno, i predittori più rilevanti sono l’ordinamento di eventi quotidiani, l’order processing questionnaire, l’order processing, l’età e la non-symbolic addition.
La deprivazione non è un fattore significativo.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email