Ominide 8064 punti

Il metodo osservazionale in psicologia


Il metodo dell’osservazione rileva un comportamento nel momento in cui si verifica e permette allo psicologo di studiare un soggetto nel suo ambiente naturale.
Tuttavia, la consapevolezza di essere osservati e di essere giudicati sulla base del proprio comportamento può influenzare i comportamenti stessi.
Per questo motivo, gli studi osservazionali vengono condotti anche quando il soggetto non è consapevole di essere osservato, per esempio facendo uso di videocamere o altri strumenti di registrazione.
Tuttavia, è stato anche dimostrato che il ripetersi degli esperimenti determina un’abituazione da parte del soggetto all’osservazione, di conseguenza, l’individuo tenderà a comportarsi in modo sempre più naturale con l’aumentare del numero di osservazioni.
Il metodo osservazionale è efficace per osservare le relazioni tra i gruppi, infatti, può essere usato nelle scuole, nelle aziende, o negli ospedali.
Al fine di valutare efficacemente il comportamento, vengono costruite delle griglie: il comportamento viene registrato (anche frequenza e intensità) e successivamente valutato sulla base di vari indicatori.
Uno dei limiti del metodo dell’osservazione è la possibile distorsione operata dall’osservatore (che potrebbe registrare la sua interpretazione e non il fenomeno così come lo ha osservato) e/o dal soggetto (che potrebbe operare comportamenti differenti a causa della situazione nuova oppure intuire ciò che si aspetta l’osservatore e compiere atteggiamenti di adeguamento o di contrasto).
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email