danyper di danyper
Sapiens 8151 punti

Guarire con il gioco


Il bambino attraverso il gioco riesce a rappresentare esperienze di vita vissuta, siano esse positive o negative. Gli esperti di psicoterapia infantile, per capire se un bambino presenta problemi psichici, affettivi o di relazione, utilizzano come strumenti il gioco e il disegno. Dove non riescono le parole, arriva il gioco o il disegno o la capacità di inventare storie. Spesso i bambini riescono ad esternare fantasie e angosce legate al loro mondo interiore proprio attraverso il gioco. Giocando, il bambino riesce ad esprimere se stesso, può ricostruire le scene di ciò che lo disturba, può ripetere le parole che lo hanno ferito. Il terapeuta, grazie a questa modalità espressiva acquisisce informazioni sullo sviluppo mentale, sulle competenze, sulla vita affettiva ed emotiva e, sulla capacità di gestire le emozioni e le relazioni. Nel corso di una seduta terapeutica, il bambino ha la piena libertà di rivolgersi al terapeuta utilizzando linguaggio e gesti che magari i sui genitori hanno rivolto a lui; può sgridare il terapeuta, al pari di uno scolaro, come potrebbe aver fatto la maestra con lui. Durante la seduta i bambini devono provare il piacere di essere ascoltati e rispettati come nelle loro fantasie, questo determina un’esperienza liberatoria e di crescita. L’uso del gioco nella psicoterapia infantile diventa una sorta di chiave di accesso alla fantasia, al mondo interno e alle spinte pulsionali.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email