Ominide 9454 punti

Funzione latente e funzione manifesta in psicologia

Con il termine “funzione manifesta” intendiamo ciò che è esterno, visibile, immediatamente percepito e mostrato. Infatti, la funzione manifesta indica il primo impatto che abbiamo con una persona, ovvero la prima impressione, che può o meno rispecchiare la funzione latente. Anche il carattere, che è caratterizzato da un’alta variabilità individuale, o almeno una sua parte può essere considerato come una funzione manifesta, in quanto è ciò che il soggetto manifesta direttamente agli altri.
Invece la funzione latente e ciò che è occulto, nascosto in un individuo, come anche in una società e che non è direttamente osservabile, nonostante lo si possa inferire dai comportamenti. Esempi di funzione latente sono: la vita psichica di un individuo, ciò che non viene mostrato immediatamente agli altri, ma solo in un secondo momento (ad esempio quando si acquisisce maggior fiducia nei confronti dell'altro) oppure attraverso il linguaggio non verbale in modo inconsapevole. Infatti, il linguaggio non verbale è un indicatore fondamentale della vita psichica individuale, per questo motivo, molte interviste mirate a valutare determinati aspetti relazionali o della personalità non si basano tanto sui contenuti e sulle risposte fornite, quanto piuttosto sul modo in cui vengono dette.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email