Ominide 1660 punti

• Il comportamento animale: è innato,istintivo (guidato dall’istinto).
Solo nelle specie più elevate sono presenti comportamenti appresi attraverso :
-osservazione e imitazione,che è definito social learning (apprendimento sociale).
Nel caso degli animali un esempio di apprendimento sociale riguarda “i macachi del Giappone”.
Un ultimo tipo di apprendimento è:
-per condizionamento classico,questo studio è stato ripreso da altri psicologi comportamentisti.
Il più noto è Watson,che è considerato il padre del comportamento. Infatti nel 1913,che è l’anno ufficiale della nascita del comportamentismo nasce un’opera chiamata “La psicologia come la vede il comportamentismo”,che è considerato una specie di manifesto. In questa opera si trovano concetti chiavi della psicologia comportamentista,che sono:
- la centralità dell’ambiente.

- L’importanza degli stimoli ambientali.
- L’apprendimento.
- Il condizionamento.
- Premi e punizioni.
- Rinforzo positivo (sinonimo di ricompensa,ovvero arrivo di uno stimolo piacevole. Di tipo materiale o sociale come la lode,sorriso o approvazione).
- Rinforzo negativo (cessazione di uno stimolo piacevole)
- La punizione (è l’arrivo di uno stimolo poco piacevole).

• Il comportamento umano: è prevalentemente appreso attraverso la cultura e una piccola parte è innato.
Nell’uomo è innato:
- Le pulsioni istintive ,che sono connesse ai bisogni primari,le predisposizioni all’apprendimento ( es linguaggio).
Il linguaggio è una potenzialità innata che necessità di socializzazione,apprendimento,educazione.
Infatti si parla di educazione linguistica,cioè sviluppare potenzialità innate dello sviluppo attraverso stimoli ambientali.
Il concetto di cultura: è il prodotto dello spirito umano.
Il senso comune associa la cultura al sapere che si acquista a scuola.
La cultura secondo le scienze umane:i modi di pensare,modelli educativi,modelli matrimoniali,norme e valori,religione,usi e costumi,tradizioni.
Si parla anche di cultura materiale: è un concetto entrato nelle scienze umane grazie alla antropologia,ma che poi è stata utilizzata dalla psicologia.
La cultura materiale è composta da oggetti che possono essere fati dalla natura (es. conchiglia),oppure prodotti dall’uomo, cioè prodotti artificiali (es. vaso,collana,vestito).
Per l’uso e per i significati che vengono ad essi attribuiti,assumono valenza culturale.
Quando un oggetto viene utilizzato per sancire una relazione diventa un oggetto culturale.

Ci si chiede: perché l’uomo crea la cultura?
L’uomo crea la cultura o seconda natura per supplire (colmare) alle deficienze(mancanze) strutturali che sono proprio della prima natura.
L’uomo crea la cultura,detta seconda natura per soddisfare i propri bisogni,e quindi modificare l’ambiente circostante.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email