Ominide 8115 punti

Gli stadi psicosessuali dello sviluppo infantile secondo il padre della psicoanalisi


Freud, il padre della psicoanalisi, descrive vari stati o fasi che caratterizzano lo sviluppo infantile dal punto di vista psico-sessuale.
Gli stadi da lui delineati sono: stadio orale (e stadio sadico orale), stadio anale (e stadio sadico-anale), stadio fallico, stadio sessuale.
Durante la fase orale, il bambino trae piacere dal succhiare il seno materno, o qualsiasi altro oggetto che lo possa sostituire, quale un ciuccio, un dito, un giocattolo eccetera. Durante questa fase, la bocca è la zona erogena ovvero la zona in cui si incentra la carica libidica. Ciò significa che il bambino ricerca il soddisfacimento del desiderio, che gli permette di provare uno stato di benessere, tramite la bocca.
Durante la fase anale, invece, il bambino prova piacere nell’espulsione o nella ritenzione delle feci.
Infine, durante lo stadio fallico, il bambino concentra il suo interesse sugli organi genitali, e comincia, così la scoperta della propria identità sessuale.
Lo stadio fallico inizia con il complesso edipico, che può essere sia maschile (ovvero il complesso di Edipo), sia femminile (ovvero il complesso di Elettra), e si conclude con il processo di identificazione nel genitore dello stesso sesso.
Lo stadio sessuale, invece, riguarda il raggiungimento della sessualità adulta.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email