Ominide 191 punti

Evoluzione dei modelli organizzativi formali


'800: F.W. Taylor ingegnere e imprenditore statunitense. La forma più tradizionale di organizzazione venne chiamata "Scientific Management" e in seguito "Taylorismo". Si tratta di un'organizzazione gerarchica rigida, basata su una divisione del lavoro precisa (catena di montaggio). Ogni addetto aveva il suo capo diretto. E' un sistema basato sulla totale intercambiabilità degli operai, che svolgevano la loro attività in modo meccanico e ripetitivo, con un ruolo subordinato a quello della macchina.

Effetti


-Grandi volumi di produzione i cui costi unitari risultavano calanti al crescere della quantità;
-Vendite su larga scala a prezzi sempre più bassi.

Limiti


-Parcellizzazione del lavoro;
-Ripetizione all'infinito degli stessi gesti;
-Fenomeni di estraniamento (i lavoratori non sapevano bene che cosa stessero producendo, non vedevano nè l'inizio, nè la fine della catena).

Aspetto positivo: il lavoro era facile, ordinato, più che la prestazione era richiesta la presenza. Noia e routine, ma anche tranquillità e sicurezza.

1920: Henry Foyal imprenditore e ingegnere francese propose di affiancare ai lavoratori produttivi (LINE), altri che dovevano svolgere un ruolo attivo di controllo (STAFF). Si tratta di un sistema più flessibile.

1930: Si capì l'eccesso di rigore e la spersonalizzazione diminuivano la produttività dei lavoratori. Sorse quindi la teoria delle relazioni umane basata sulla responsabilizzazione degli addetti.

1950: L'azienda viene considerata come un organismo collocato all'interno di un ambiente e di un mercato. Viene posto l'accento sull'aspetto dinamico.

1980: Nascono i sistemi di qualità, cioè organizzazioni che sono in grado di garantire standard produttivi, di distribuzione e controllo minuziosamente predefiniti. Ciò è molto importante in un mondo globalizzato: ogni addetto conosce esattamente i suoi compiti ed è in grado di compierli sempre nello stesso modo con la conseguenza che l'attività produttiva fornisce sempre gli stessi risultati.Le certificazioni ISO (International Standardisation Organisation), rilasciate da organismi riconosciuti, costituiscono pubblica garanzia di sistemi di qualità. L'organismo pubblico che in Italia presiede alle certificazioni di qualità è il Sincert.

CRM: (Customer Relationship Management), gestione razionalizzata del rapporto con il cliente che si propone, raccogliendo più dati possibili che lo riguardano, di fornirgli il miglior servizio.

WEB 2.0: stretto rapporto fra azienda e mondo esterno.

Wiki: assumono la forma del Crowdsourcing ovvero attraverso la rete, le imprese ricevono gli impulsi sui quali basano le loro scelte (richiesta di idee, suggerimenti, opinioni.).
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email