Ominide 191 punti

La comunicazione di gruppo e le fasi del dialogo


La comunicazione di gruppo si divide in tre fasi:
-Gruppi in cui i membri comunicano tra di loro;
-Insieme di persone che si influenzano nel comportamento e nella comunicazione;
-In un gruppo aumentano i vissuti personali, il grado di coinvolgimento, il numero di pensieri rivelanti pro e contro, le aspettative, le riflessioni.


La Psicologia Sociale studia l'interazione tra individuo e gruppo attraverso 4 livelli:
1- Intraindividuale: come gli individui percepiscono la realtà e si costruiscono un'immagine del mondo che li circonda;
2- Intragruppo: dinamiche tra più soggetti che fanno parte dello stesso gruppo;
3- Intergruppo: relazioni tra gruppi sociali differenti;
4- Collettivo: processi sociali legati al contesto culturale e storico in cui gli individui si trovano ad agire.

Il padre della psicologia sociale è Kurt Lewin. Secondo Lewin le condizioni che rendono possibile la comunicazione, sono due:
1- orientamento al dialogo non critico, valutativo o di giudizio;
2- accettazione dell'altro.

Il dialogo si divide in quattro fasi:
1)Fase iniziale: ognuno espone le proprie idee, possono emergere a tendenze competitive o di autoesclusione del dialogo. Per superare questa crisi di iniziazione è indispensabile un ascolto empatico attivo;
2)Instabilità: si formano schierimenti e piccole alleanze, le idee vengono messe in discussione, i comportamenti si oppongono gli uni gli altri, manifestano irritazione;
3)Indagine: il gruppo comincia a maturare, si ascoltano i problemi, si trovano soluzioni. Si acquisiscono conoscenze e fiducia reciproca, coesione e ricerca di un significato comune a tutti;
4)Creatività: ogni membro offre collaborazione e supporto, si esplorano nuovi punti di vista e affiorano atteggiamenti di comprensione e di complicità. Tutti sono consapevoli del lavoro svolto e dei risultati raggiunti.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email