Habilis 844 punti

Colloquio diagnostico di Kernberg

Procedimento nel confronto con il paziente: il terapeuta deve saper costruire l’alleanza terapeutica, facendo anche delle previsioni (prognosi) del decorso della malattia del paziente.
Kernberg divide il colloquio in tre fasi:
1. Fase di ascolto del paziente detta chiarificazione: il terapeuta chiede dei chiarimenti al paziente (si cercano di collegare elementi consci con elementi pre-consci).
Questa parte del colloquio in genere non produce ansia, tranne quando si ha un soggetto paranoideo (caratterizzato dalla sospettosità).
È un momento importante, in più se il terapeuta è capace di chiedere dei dettagli ciò facilita l’alleanza di lavoro, facendo in modo che il paziente non si senta aggredito.
2. Fase della messa a confronto: si mettono a confronto aspetti contraddittori, conflittuali, le ambivalenze, le intolleranze degli oggetti che emergono dal colloquio con il paziente.
Questa messa a confronto funziona come una sorta di stimolo che ci permette di valutare il grado di integrazione dell’Io (integrazione dell’identità).
3. Fase dell’interpretazione: mette insieme gli elementi consci, preconsci e inconsci.
Come si valuta il cambiamento in psicologia?
- Integrare e trasformare i meccanismi di difesa utilizzando i meccanismi di difesa di alto livello
- Mantenimento e consolidamento dell’autostima
- Tolleranza dell’angoscia nelle esperienze di perdita
- Accettare e integrare la rappresentazione del sé corporeo (si ha un deficit della funzione simbolica)
- Integrazione del Super-Io che da persecutorio deve diventare ausiliario
- Miglioramento delle relazioni oggettuali interiorizzate facendo acquisire la capacità di gestire le emozioni
- Integrare la solitudine
Come si fa una diagnosi?
Innanzitutto si deve tener conto:
- dell’Asse dei Disturbi clinici (Asse I): ansia, umore-depressione, psicosi, disturbi dell’alimentazione, di abuso di sostanze, disturbi dissociativi, ecc.
- dell’Asse dei Disturbi della personalità (Asse II): paranoidea, schizoidea, antisociale, borderline, narcisista, istrionico, ecc.
- della modalità diagnostica di Kernberg: personalità psicotica, borderline, nevrotica.
- della Scala dei meccanismi di difesa di Perry.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Piaget, Jean - Colloquio clinico