La dinamica dei gruppi

I gruppi sono un insieme di persone che interagiscono tra loro secondo determinati ruoli. Il ruolo è la funzione che ogni individuo ricopre in una relazione e determina ciò che gli altri si aspettano secondo un modello di comportamento più o meno definito. Le norme determinano l'identità del gruppo.L'aggregato è anche esso costituito da un insieme di persone, ma tra di loro non vi è alcun legame. I gruppi sono considerati delle entità sociali e vengono solitamente classificati in due categorie:
-gruppi primari: rappresentati dalla famiglia;
-gruppi secondari:sono quelli legati ad una scelta dell'individuo.
Esistono anche gruppi meno formalizzati; un gruppo informa è il gruppo di amici che nasce in situazioni occasionali, come una festa tra coetanei.

Gruppi di riferimento

-reali:cui una persona appartiene , condizionano il comportamento delle persone;
-ideali: dove non c'è una vera appartenenza, aspirazione a diventare membro.
In entrambi i gruppi i membri mettono in atto un comportamento di adeguamento che possono essere di tipo esteriore (oggetti, abbigliamento)e di tipo interiore (conoscenze , competenze) o sviluppare le stesse opinioni o atteggiamenti sociali.
Ogni gruppo può essere più o meno numeroso, 5 o 6 membri.
Il gruppo ha una propria ideologia:
-si stabiliscono credenze: idee,nozioni relative ai fini comuni del gruppo;
-si stabiliscono valori: ciò che una persona considera desiderabile;
-si stabiliscono norme: azioni, corrette in determinate circostanze.

Dinamica dei gruppi: concetti di campo psicologico e spazio di vita secondo Lewin.
Lewin applica allo studio dei gruppi i principi teorici della Gestalt, elaborando la teoria della campo. Il campo è la totalità degli eventi psicologici interpretati tra loro, rappresenta lo spazio di vita. Per Lewin il gruppo rappresenta una totalità in cui ogni gruppo ha una propria struttura. La totalità di ogni gruppo è data dalla loro interdipendenza, fondato sul concetto "destino comune" dove ogni cambiamento di stato da parte del gruppo interessa anche tutte le altre parti. Lewin dice che il gruppo deve essere studiato in relazione agli altri gruppi del contesto sociale a cui esso appartiene. Il metodo di studio si basa sul principio che ogni ricercatore può intervenire per apportare cambiamenti nel campo di forze di un gruppo. Ogni ricerca non è finalizzata a se stessa, ma comporta un cambiamento, questo metodo viene chiamato "ricerca-azione".

La leadership secondo Lewin e Bales

Con il termine Leader si indica la persona che influenza maggiormente il gruppo, ai fini del raggiungimento degli obiettivi perseguiti dal gruppo. La leadership è una dinamica che si determina in tutti i gruppi, secondo studi questa dipenderebbe dal comportamento. Ci sono 3 differenti leadership:
-leadership democratica, ovvero, favorisce la collaborazione reciproca;
-leadership autoritaria, che è basata sull'imposizione della volontà di chi conduceva il lavoro;
-leadership permissiva, quando l'adulto esprime idee poco chiare che induce i bambini a trovare un modo personale per realizzare il lavoro.
Il comportamento si divide in 2 tipi: strumentale ed espressivo.
La quale differenza corrisponde ai ruoli che i membri assumono denominati da Bales "specialista nel compito" e "specialista socio-emozionale" entrambi rappresentano il leader del gruppo.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email