Erectus 2101 punti

Nella civiltà umanistico rinascimentale la pedagogia trova espressione nelle scuole di Guarino Veronese e Vittorino da Feltre: la prima ha fini professionali perché è incentrata sulla formazione di insegnanti ed ecclesiastici, la seconda è rivolta alla formazione dei giovani. Alla base di entrambe le scuole c’è un curriculum fondato sulla letteratura greca e latina. I metodi impiegati sono però differenti: Guarino veronese adotta un metodo più severo e agguerrito, mentre Vittorino da Feltre suo discepolo ne adotta uno più aperto e liberale.

Per comprendere Vittorino Da Feltre basta dire che per lui l’educazione era un fattore che non dipendeva dalla scuola, ma dalle abitudini e dal’ambiente. Dalla sua scuola infatti non furono tanti i dotti, ma molti uomini di stato, condottieri, magistrati e teologi.

Vittorino da Feltre viene spesso accusato di essersi proposto solo come educatore del ceto nobiliare: bisogna però tener conto che gli umanisti, quando si occupano di educazione operano in un ceto sociale abbastanza ristretto. Quindi va tenuto conto del suo ideale educativo.

Sia per Guarino Veronese che per Vittorino Da Feltre la base della formazione della personalità è racchiusa nelle letterature latina e greche; inoltre Vittorino accentua il momento etico- Religioso inserendo nell’educazione letteraria anche il Trivio e il Quatrivio e infine include il gioco e l’attività fisica all’interno dell’ area educativa. Egli esprime l’umanesimo cristiano nel quale regna l’armonia nello sviluppo, ovvero l’ideale più alto per quell’età.

Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email