Ominide 7285 punti

Édouard Claparède e la sua teoria pedagogica

Édouard Claparède è stato uno psicopedagogista vissuto a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento.
Claparede concepiva la pedagogia come un insieme di sistemi e pratiche metodologiche che verso lo scopo di facilitare l'adattamento dell'individuo all'ambiente, sia dal punto di vista biologico sia dal punto di vista psicologico. Quindi, Claparède riprende il concetto di mens sana in corpore sane, elaborato nell'antica Roma dal latino Giovenale.
Claparède sosteneva che gli esseri umani non sono molto diversi rispetto agli altri organismi viventi, infatti, entrambi grazie alla curiosità hanno sviluppato nuovi modi di adattarsi all'ambiente e di utilizzare modificare l'ambiente a proprio vantaggio. Claparède nella sua teoria pedagogica individua tre leggi fondamentali: la legge del bisogno, legge dell'interesse e la legge del tatonnement. Il tatonnement di Claparède è l’apprendimento per prove ed errori, ovvero la capacità dell'individuo di raggiungere una soluzione attraverso tentativi ripetuti, anche quando il raggiungimento della soluzione sembra impossibile. Claparède sostiene che la pedagogia deve soddisfare la curiosità e il bisogno di apprendere che sono connaturati in ordine essere umano. Inoltre claparède valorizza l'intelligenza umana con la sua teoria dell'intelligenza, che è uno dei fondamenti della sua teoria psicopedagogica.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Metti mi piace per copiare
Sono già fan
oppure registrati
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa