melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

Pier Paolo Vergerio il Vecchio - Il piano educativo


Secondo Pier Paolo Vergerio il Vecchio, un buon piano educativo deve avere come finalità la formazione di uomini dediti non alla pura speculazione ma alla vita pratica: per questo sono i fondamentali la storia, l’etica e l’eloquenza.
L’etica ci insegna ciò che si deve fare, mentre la storia dà esempi concreti di quello che gli uomini hanno fatto. Questa duplice approfondita conoscenza dell’uomo nel suo essere storico e nel suo dover essere ideale, costituisce la base di una buona azione politica, di cui l’eloquenza è lo strumento.
Accanto a queste tre arti base, Vergerio ne inserisce altre: la musica, il disegno, la letteratura (il cui scopo è addestrare a esprimere con precisione le proprie idee), l’astronomia, le scienze naturali, il diritto. Queste discipline sono legate l’una all’altra, tuttavia non si tratta di studiarle tutte, ma di permettere a ognuno di rivelare le proprie attitudini, cosi da potersi in seguito dedicare alla disciplina verso la quale si sente più predisposto.
Gli ingegni sono diversi l’uno dall’altro, afferma Vergerio, e ciò costituisce già una prima difficoltà per aiutare i giovani nell’orientamento scolastico e professionale: a questa diversità si aggiungono altri ostacoli come la povertà o le eccessive ambizioni dei genitori, la loro pretesi di avviare i bambini alla professione paterna o secondo le mode del tempo. Da tutto questo si capisce che imboccare la strada giusta e percorrerla senza avere a fianco una guida è difficilissimo: è bene fare poche pressioni sull’animo del fanciullo, mentre è importante dargli una solida guida morale.
Accanto allo spirito, secondo Vergerio, deve essere educato bene anche il corpo nella forma e nella misura corrispondente alla conformazione del singolo; l’educazione fisica deve avere come scopo fondamentale la preparazione ai disagi, alle fatiche e agli esercizi della guerra. Deve essere previsto un giuso lasso di tempo per la ricreazione per attività capaci di migliorare il corpo e lo spirito e per attività che sviluppano la socievolezza.
A conclusione del suo trattato Vergerio aggiunge che rendersi utili alla comunità mettendo a profitto le nostre capacità e compiendo, se possibile, qualcosa di grande, dà senso alla nostra esistenza.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email