gcll98 di gcll98
Ominide 31 punti
Nella seconda metà del 1700 in Svizzera sono presenti diversi pensieri religiosi che in un primo momento sembrano sfociare in una competizione tra cattolici,mentre in seguito danno vita a forme di cooperazione. Gran parte dei temi vengono elaborati da Pestalozzi, grande riformatore e operatore sociale, oltre che filosofo e pedagogista.
La vita
Nato a Zurigo, perde il padre a soli 6 anni e viene educato dalla madre e dalla domestica Bàbali che segnano profondamente la sua concezione sul ruolo materno.
Grazie alla formazione religiosa e politica, sviluppa l'ideale del miglioramento delle condizioni dei lavoratori e di un'educazione conforme alla natura dell' educando. (Puerocentrismo come Rousseau.)
La nuova educazione
Un'educazione nuova secondo Pestalozzi è possibile solo in un ordine sociale nuovo : egli mira ad un'educazione di base modellata sull'esempio della famiglia. Per quanto riguarda la formazione dei poveri pensa ad un lavoro produttivo anche se aspira ad un progetto educativo integrale anche per loro.
Opere.
Uno dei grandi romanzi pedagogici del Romanticismo è "Leonardo e Geltrude" diviso in 4 libri :
- Il primo libro descrive l'immaginario villaggio tedesco di Bonnal,dipendente del feudatario Arner, che è a sua volta vassallo di un principe. In questo villaggio regna con la corruzione Hummel, un podestà-oste che ha reso vittima Leonardo, un muratore che si perde nell'ozio e nell'ubriachezza. La moglie di Leonardo, Geltrude, implora il soccorso di Arner che interviene affidando a Leonardo il compito di costruire la nuova chiesa. Hummel tenta di sabotare il progetto ma non riesce nell'intento grazie all'aiuto del pastore protestante Ernst,collaboratore di Arner.
- Il secondo libro parla della liberazione del villaggio dalla corruzione grazie alla condanna di Hummel e alla generosità di Arner che dona il campo comunale ai poveri.
- Il terzo libro racconta di Arner ed Ernst che si recano presso il cotoniere Meyer per realizzare un progetto educativo. Interviene un ex tenente di nome Gluphi per una riforma educativa in cui lavoro e istruzione sono in perfetta armonia.
- Il quarto libro affronta la morte di Arner e l'umana tendenza al male che avrebbe bisogno di un'educazione che la contrasti.
I primi due libri mostrano come gli uomini ritornano ad essere buoni per dar vita al recupero civile e morale. La figura di Geltrude rappresenta l'aspetto familiare e materno dell'educazione. Arner e Ernst sono espressione dell'impegno educativo dell'aristocrazia e delle Chiese. Gli ultimi due libri chiariscono i caratteri della pedagogia di Pestalozzi in cui Gluphi non tollera le trasgressioni e guida gli allievi con rigore.
Le esperienze educative.
A Neuhof la pratica lavorativa all'interno di una tenuta agricola sperimentale è utilizzata per avviare i fanciulli poveri ad un'istruzione di base e ad un impegno manuale. Vi è l'unione tra teoria e pratica tanto che alcune attività di apprendimento mnmemonico verranno svolte durante il corso di filatura. Dopo il fallimento di Neuhof scrive Indagini sopra il corso della natura nello svolgimento del genere umano in cui delinea la teroia delle tre facoltà/forze:
- il cuore, che è la facoltà morale;
- l'intelletto, che è la mente;
- l'arte, che è la mano o l'attività pratica.
In seguito viene chiamato a dirigere l'orfanotrofio di Stans in cui emerge il mutuo insegnamento attraverso cui gli alunni più dotati aiutano i più piccoli.
Nella scuola fondata a Burgdorf, Pestalozzi collabora con altri insegnanti per una scolaresca con condizioni di vita non drammatiche a differenza di Stans. Nell'opera "Come Geltrude istruisce i suoi figli" chiarisce che il metodo elementare punta a far acquisire le basi fondamentali del sapere e che tutte le facoltà umane sono presenti all'atto dalla nascita.
Il metodo.
E' necessaria l'organicità, cioè che gli argomenti precedenti vengano connessi a quelli successivi, la gradualità e la vicinanza cioè partire dalla conoscenze vicine all'allievo per poi arrivare a quelle più lontane. E' necessario quindi un metodo intuitivo o oggettivo che permetta di distinguere gli elementi basilari :
- la lingua, collegata al nome;
- la geometria, la scrittura e il disegno che derivano dalla forma;
- l'aritmetica e il calcolo che si sviluppano dal numero.
Lo spazio più importante è dedicato al linguaggio,che è espressione personale che deve essere appresso e sviluppato con l'esperienza.
A Yverdon costituisce una scuola-convitto a pagamento per giovani benestanti e questa scuola diviene l'esperimento educativo più noto dell'epoca ma destinato ad una crisi causata dal mnemonismo che soffocherà la spontaneità e la creatività dell'allievo.
Tornato a Neuhof scrive "Il canto del cigno" in cui ripensa alle sue esperienze educative e predilige l'educazione secondo natura tenendo in considerazione il contesto sociale in cui si inserirà il bambino.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email