Ominide 9448 punti

Froebel e la prima infanzia


Froebel è stato un pedagogista tedesco, noto per il suo grande interesse per l'infanzia. È stato, infatti, proprio lui affondare i giardini dell'infanzia, ovvero le odierne scuole dell'infanzia, pronte ad accogliere i bambini nell'età dai 2 ai 6 anni. Prima di Froebel nessun altro si era occupato di questa fascia d'età.
La concezione pedagogica di Froebel parte da un presupposto religioso, il pedagogista, infatti, sostiene che il gioco, attività prediletta dai bambini della prima infanzia, è il grado più alto dello spirito umano, inoltre, l'infanzia è il momento cruciale dell'educazione, di creatività e di bisogno educativo. Secondo Froebel l'educazione dei bambini deve partire da potenzialità e comportamenti. Le potenzialità sono la manifestazione interna del Divino, in questo senso intendiamo che la concessione di Froebel parte da un presupposto religioso che vede la divinità come immanente, i comportamenti invece sono la manifestazione esterna del divino. Come abbiamo visto da una grande importanza al gioco, infatti, il metodo del pedagogista si incentra sulla valorizzazione della spontaneità del gioco, un'attività impegnativa ma anche un'attività di creatività che permette al bambino di esteriorizzare ed esternalizzare quelle che sono le sue preferenze, i suoi disagi, i suoi stati d'animo, attraverso i comportamenti.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email