Habilis 5255 punti

Il movimento Scuole Nuove


Ferrière ha operato a cavallo fra il XIX e il XX secolo. Nato a Ginevra da una famiglia protestante, egli è considerato il maggior esponente delle scuole nuove. Ed espone la sua dottrina in numerosissime opere.
Egli parte da una critica negativa alla vecchia scuola la cui opera distruttrice viene paragonata a quella di una guerra moderna, come si trattasse di una “strage di anime innocenti” con conseguenze incalcolabili.
Partendo dall’idea di origine bergsoniana dell’ “élan vital”, egli vede nel fanciullo un istintivo bisogno di vivere, di manifestare la propria energia e di realizzare la propria personalità. Per questo l’educatore deve incoraggiare e disciplinare in modo sapiente questo slancio vitale. Alla base del processo educativo, per Ferrière, si colloca la legge diogenetuica secondo la quale l’uomo, nel suo sviluppo seguirebbe in poco tempop, il corso compiuto dall’umanità nel corso dei secoli. Pertanto, ad ogni fase dell’età evolutiva corrisponderebbe una data eppoca un determinato momento psicologico. L’infanzia corrisponderebbe al patriarcato, la puerizia alla vita in tribù, ecc… mentre il momento sensitivo va fino a 6 anni, quello intuitivo dai 12 ai 18 anni e quello razionale dai 18 ai 24. Si tratta chiaramente dio una legge biogenetica molto discutibile comunque non basata su dati scientifici
Egli ha raccolto in 30 punti i principi della sua scuola attiva, articolati in organizzazione generale, formazione intellettuale ed educazione morale, si possono così schematizzare
1) Ampio rispetto per la personalità dell’alunno
2) Carattere familiare dell’organizzazione scolastica
3) Istruzione sempre in stretto contatto con la natura (escursioni in campagna, collocazione dell’edificio scolastico in campagna)
4) Largo spazio previsto per il lavoro manuale (parla di un’orae mezzo al giorno di lavori manuali quali falegnameria, giardinaggio e zoo cultura)
5) Collaborazione degli alunni per adempiere i compiti comuni
6) Coeducazione dei sessi
7) Educazione morale intesa come esercizio della libertà (autogoverno, autodisciplina,) e sviluppo del senso critico
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze