Ominide 14 punti

Introduzione


Ognuno di noi ha una propria esperienza differente da quella di un qualsiasi altro individuo. L'insieme di tutte le esperienze vissute in campo famigliare, sociale e individuale è detto sinergia.
L'esperienze che si hanno sono tutte stabilite dall'educazione.
L'educazione è un insieme di norme, trasmesse da generazione all'altra, imposte dall'esterno che stabiliscono il nostro limite.
Nell'antichità i bambini non erano molto importanti a causa della peggiore qualità della vita e, di conseguenza, dell'alta mortalità infantile. A partire dal '900, con l'aumento della qualità della vita e con il calo della mortalità infantile, i bambini vengono posti al centro dell'attenzione. A questo proposito nasce la moderna pedagogia del '900

Maria Montessori(1870-1952)


La sua storia è davvero singolare: inizialmente Maria Montessori si occupava di bambini con handicap che, in quel tempo, erano considerati "rifiuti della società". Si innamora di un suo collega e rimane incinta ma lui, essendo appartenente ad una famiglia nobile, rifiuta il matrimonio con lei. Quindi, una volta nato, si trova costretta ad abbandonare il piccolo perché, altrimenti, doveva essere messa al bando siccome aveva avuto un figlio al di fuori del matrimonio.
In epoca "Mussoliniana" apre, a Transevere, la sua "Casa dei Bambini" che sarà in seguito chiusa da Mussolini perché utilizzava metodi di apprendimento che andavano contro le idee fasciste.

Il metodo "Montessoriano"

Studiando i bambini scoprì che essi hanno una mente assorbente ovvero ogni cosa, per loro, è una scoperta.
Quindi si prepara un materiale didattico per fare scoprire nuove cose ai bambini attaverso i sensi (seguendo lo schema cognitivista SOR: Stimolo, processi cognitivi, Risposta). Costruisce delle aule a misura di bambino (sedie basse, tavoli bassi ecc. ecc.) per renderlo autonomo.
La maestra (che la Montessori chiamava "direttrice") dirige i bambini dall'alto senza, però, imporre volontà.
Siccome la "Casa dei Bambini" si trovava in un quartiere povero nel quale i bambini erano poco riguardati dai genitori, si rischiava che, tornando a casa, il bambino disimparasse tutto quello che aveva scoperto a scuola. Quindi la Montessori decise di organizzare dei colloqui settimanali con i genitori per discutere di quello che si sta facendo a nella Casa, creando così un'interazione tra scuola e famiglia.
Un'ultima cosa che la Montessori costituisce è la "quadriga trionfante" ovvero un insieme di quattro materie fondamentali per l'apprendimento: lettura, scrittura, aritmetica e disegno.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Montessori, Maria - Biografia e operato