Ominide 4863 punti

Maria Montessori nasce a Chiaravalle (Ancona) nel 1870. Dopo gli studi secondari, si iscrisse alla Facoltà di Medicina a Roma e fu la prima donna a laurearsi in medicina. In seguito intraprese l’attività lavorativa di assistente nella Clinica Psichiatrica dell’Ateneo romano, occupandosi del recupero intellettivo dei soggetti, in particolare dei bambini.
Durante questo periodo, la Montessori matura l’interesse all’ambito educativo, per questo motivo intraprende vari viaggi in Europa, mettendo a punto un metodo adatto alla scolarizzazione dei bambini disabili, per poi rinnovare le sue basi culturali, laureandosi in Filosofia.
La Montessori ebbe l’occasione di sperimentare il suo metodo sui soggetti normali quando, nel 1907 aprì le scuole infantili delle Case dei bambini, nel quartiere popolare di San Lorenzo a Roma
Teoria pedagogica
Il pensiero pedagogico montessoriano parte dallo studio dei bambini con problemi neurologici per espandersi successivamente allo studio dell'educazione per tutti i bambini. La Montessori sosteneva, infatti, che il metodo applicato su persone disabili aveva effetti stimolanti anche se applicato all'educazione di bambini normali.

La Montessori basa il suo progetto educativo sulla rivalutazione della posizione del bambino all’interno dell’atto educativo: l’educazione si deve basare su 3 principi:
• Ambiente adatto
• Materiale didattico scientificamente strutturato
• Nuova professionalità dell’educatore

Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email