Ominide 2155 punti

Aggressività

Il rinforzo vicariante esercita la sua influenza soprattutto nell’ambito del modellamento simbolico veicolato dai media, attraverso il quale un solo modello può trasmettere nello stesso istante, a una vasto numero di persone dislocate in luoghi diversi, il suo modo di pensare e di agire. Il modellamento simbolico amplifica i suoi effetti psicologici e sociali in virtù del fatto che la gente entra in relazione diretta con l’ambiente solo raramente; la conseguenza più evidente è che l’idea che le persone hanno della realtà è fortemente influenzata dalle esperienze vicarie con cui entrano in contatto attraverso i mezzi di comunicazione. La televisione, peraltro, ha enormemente ampliato la gamma dei modelli con cui le persone entrano in contatto quotidianamente e molti di questi modelli veicolano comportamenti aggressivi e, talvolta, antisociali. Le ricerche condotte dallo staff di Bandura hanno dimostrato, ad esempio, che i bambini esposti all’osservazione di condotte aggressive, nella maggior parte dei casi mutuano nelle loro modalità di gioco tali condotte e, talvolta, possono arrivare a metterle in pratica.

Bandura non crede che l’aggressività sia una pulsione innata ma ritiene sia sostanzialmente un modo per ottenere ricompense che si sarebbero potute ottenere per altre vie. Un metodo per ridurre l’aggressività sarebbe dunque quello di mostrare alle persone modi socialmente più accettabili per ottenere quanto desiderano. La televisione, al contrario, diffonde in larga parte scorciatoie aggressive per il soddisfacimento dei bisogni e dei desideri, il che, a suo avviso, contribuisce all’incremento delle condotte violente nella realtà, soprattutto fra bambini e adolescenti. In effetti, numerose ricerche hanno dato conferma di questa tesi: oltre a quelle condotte direttamente dallo staff dell’università di Stanford, particolarmente importanti sono quelle di Berkowitz, Mann e di Eron et al, autori di una ricerca di tipo longitudinale sugli effetti duraturi dell’esposizione a contenuti violenti, dalla quale risulta che uno dei principali indizi per prevedere il grado di aggressività che un ragazzo raggiungerà all’età di 19 anni è la violenza dei programmi televisivi che egli preferisce a 8 anni.

Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email