Teemo92 di Teemo92
VIP 3655 punti

Scrittrici famose

Mary Ann Evans comincia a pubblicare i suoi libri con lo pseudonimo di George Eliot e continua a farlo fino alla fine: il nome maschile diviene così quello che si chiamava un nom de plume, un nome d’arte. Ma non era certo un vezzo o una moda civettuola. La scelta poteva in parte essere legate alla sua difficile situazione personale, di donna che vive con un uomo con cui non è sposata, che già la esponeva alle critiche, ma non si trattava solo di questo. Lo stesso avevano fatto le sorelle Brönte prima di lei, consapevoli del forte pregiudizio che accompagnava la scrittura femminile, considerata inferiore per definizione.
Ci si aspettava che le donne potessero scrivere solo romanzetti sentimentali per signorine e senza alcuno spessore letterario o morale o filosofico, e allo stesso tempo vigeva una forte censura che avrebbe impedito alle donne di prendersi e di essere prese sul serio o, ancora di più, di trattare argomenti considerati scabrosi. Esattamente quello che tutte queste scrittrici facevano, sfidando per di più lo stereotipo femminile nella vita e nei romanzi. Lo stesso accadeva nei medesimi anni a una famosissima scrittrice francese. Aurore Dupin de Francueil (1804-1876), nota soltanto con lo pseudonimo maschile di George Sand. Separata dal marito, vive a Parigi e partecipa alla vita pubblica girando indisturbata in abiti maschili. Scrive su riviste, conosce Balzac e diviene molto famosa pubblicando nel tempo oltre cento romanzi, racconti e commedie. Ha relazioni amorose con scrittori famosi come Merimée e De Musset e con il musicista Chopin: la società francese, meno bigotta di quella vittoriana inglese, la critica ma non la isola.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email