Ominide 914 punti

La poetica romantica

Nella concezione romantica la poesia ha un ruolo privilegiato e si distacca totalmente dal Neoclassicismo. Il poeta neoclassico affrontava il presente applicando l’estetica del passato. La poetica romantica si basava sul fatto che l’ arte cambia con il cambiare del tempo e delle epoche, non è mai identica a sé stessa e non è imitabile. Essa segue diversi principi: principio della storicità (l’ arte è legata al contesto sociale e non può mai essere uguale a quella passata); principio della soggettività (da individuo ad individuo la concezione dell’arte cambia perché l’ uomo è diverso ed è dotato di sentimenti). L’arte è l’espressione di sentimenti e passioni, di ogni singolo uomo, di ogni singolo popolo. Ogni Nazione ha una propria forma d’arte che corrisponde all’anima di ogni popolo. Il Romanticismo in Italia si diffonde dopo rispetto al resto dell’Europa. I romantici rivalutano la fantasia, il sentimento, la passione e la libertà d’azione, di pensiero del singolo individuo. L’uomo romantico si sente creatura limitata, riavverte il bisogno di Dio. Si affermano atteggiamenti come il pessimismo e il vittimismo, cioè sentirsi “vittima” destinati a una vita di dolore e sofferenza. Pessimismo, impeto eroico, slancio religioso, passione, desiderio di libertà, esaltazione dei sentimenti, nazionali e patriottici caratterizzano l’età romantica.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email