sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Emile Zola-

Emile Zola nacque a Parigi da genitori italofrancesi nel 1840 ed è considerato il maggior esponente del Naturalismo in Francia.
Egli, oltre ad essere stato un grande romanziere, si dedicò anche alla carriera giornalistica.
All’inizio aveva influenze romantiche, però ben presto fece sue le teorie di Taine e dei de Goncourt, finendo per essere quindi attratto dalle idee positiviste.
Scrisse un vasto ciclo romanzesco, i ‘Rougon-Macquart’, dove Zola descrive in venti romanzi la storia di questa ricca famiglia in cerca di riscatto morale, trasferendosi a Parigi, visto che la cittadina presentava differenti possibilità; in ogni romanzo i componenti della famiglia però finiscono in uno stato di degradazione; vengono descritte anche le malattie, sia fisiche che mentali, dei personaggi, tra le quali la dipendenza dall’Alcol.
Tra i venti romanzi del ciclo, troviamo l’Assomoir, l’”Ammazzatoio”, ossia quella zona di Parigi dove si trovavano quelle persone che non avevano trovato lavoro ed erano abbandonate a se stesse, illuse dalla borghesia, tra alcolismo, miseria e degradazione.

Narra la storia di tre giovani operai francesi, che dopo alcune vicende amorose e lavorative, cadono preda dell’alcolismo.
Altro romanzo è Nanà, dove parla dell’ambiente delle cortigiane, mentre nel Germinal parla delle condizioni di vita dei minatori, denunciandone le condizioni lavorative.
Questi romanzi hanno un linguaggio semplice e scorrevole e raccontano storie reali, così come sono, con riferimenti ai vizi degradanti e alle malattie.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email